iscrizionenewslettergif
Bergamo

Fiera dei librai chiude con 150mila visitatori

Di Redazione2 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
fiera librai bergamo

La Fiera dei librai di Bergamo chiude con 150mila spettatori

BERGAMO — Circa 150mila spettatori in 13 giorni, con 19mila libri venduti. Sono i numeri della 54esima “Fiera dei librai” che si è conclusa ieri sul Sentierone, a Bergamo, resi noti dall’organizzazione.

La manifestazione, creata da Promozione Confesercenti insieme al Sindacato italiano librai (Sil) e alle librerie indipendenti aderenti a Li.Ber – Associazione Librai Bergamaschi, ha chiuso con un bilancio positivo.

Rispetto alla passata edizione, il numero die libri venduti è calato del 10 per cento. Cinquantamila i titoli di romanzi, saggi e volumi per ragazzi offerti ai bergamaschi.

Nella classifica vendite in testa, tra le sei aree tematiche, l’offerta editoriale dedicata ai “Bambini” e “Narrativa”, che hanno fatto registrare una richiesta di volumi rispettivamente pari al 29 e al 24 per cento. Seguono la “Saggistica” con il 15 per cento, la nuova area “Occasioni” (12 per cento), l’editoria “locale” (10) e la “Manualistica” (10).

Buono il successo di pubblico allo “Spazio incontri”, con una partecipazione di oltre 3.500 persone che ogni giorno hanno seguito con interesse le numerose presentazioni di libri, autori, piccoli editori, storie del territorio, dibattiti, spettacoli e proiezioni, dicono gli organizzatori.

Un traguardo riconfermato anche dalla felice partnership che la Fiera dei Librai ha rinnovato per il terzo anno consecutivo con Unibergamorete–University Social Network (8 aprile-4 maggio 2013), la “rete” di eventi proposti dall’Università degli Studi di Bergamo, che ha portato in Fiera gli incontri con i DocentiAutori.

“Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti a chiusura della 54° Fiera dei Librai – dichiara Antonio Terzi della Cartolibreria Nani e rappresentante di Li.Ber -. Anche quest’anno abbiamo fatto uno sforzo maggiore per migliorare la proposta commerciale, gli arredi degli spazi, l’accoglienza dei visitatori e il palinsesto culturale dello spazio incontri che per tredici giorni è diventato l’agorà di numerosi appuntamenti con gli scrittori del panorama letterario nazionale e locale”.

“Grazie alla tavola rotonda organizzata tra i librai e gli editori indipendenti, questa edizione è stata anche l’occasione per discutere del futuro del libro e costruire un laboratorio di idee, proposte e sinergie che rafforzino la rete delle librerie indipendenti locali e regionali del nord Italia. L’obiettivo comune è quello di dimostrare come l’antico mestiere del libraio possa essere oggi protagonista di un cambiamento nel settore grazie alla passione e professionalità a servizio di una maggiore qualità e bibliodiversità dell’offerta” conclude Terzi.

“Questa Fiera dei Librai è stata la più bella e curata degli ultimi anni – sostiene Cesare Rossi, direttore Promozione di Confesercenti -. Peccato per il maltempo, più che per la crisi in generale, che ha leggermente condizionato la presenza dei visitatori e delle vendite. Siamo comunque molto soddisfatti per i risultati raggiunti ed entusiasti della grande partecipazione alle presentazioni e dibattiti con gli autori che ogni anno sono sempre di più alto livello”.

Tragedia Monterosso: un’associazione per aiutare i depressi

Alessia Olimpo e a figlia Elisa BERGAMO -- Un'associazione per aiutare persone malate di depressione. E' quanto intende costituire Alberto Calderoli, ...

Ritardi nei pagamenti: ne soffrono 3 milioni di imprese

Convegno sui mancati incassi per le imprese a Bergamo BERGAMO -- In Italia oltre tre milioni di imprese, pari al 70 per cento del ...