iscrizionenewslettergif
Esteri

Corea del Nord: cittadino americano ai lavori forzati

Di Redazione2 maggio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
corea del nord, cittadino americano, lavori forzati

Corea del Nord: cittadino americano ai lavori forzati

PYONGYANG, Corea del Nord — Un’iniziativa destinata a rendere ancora più tesi i rapporti fra la Corea del Nord e gli Stati Uniti d’America. La Suprema Corte nordcoreana ha condannato un cittadino statunitense, Kenneth Bae, a 15 anni di lavori forzati per aver commesso crimini contro il paese.

Secondo le ultime notizie rese note dall’agenzia del regime Kcna, il processo si è tenuto il 30 aprile.

Ancora incerta l’identità dell’americano, il cui nome è stato tradotto in coreano come Pae Jun-ho, si è tenuto il 30 aprile.

Secondo i media americani, il condannato sarebbe Kenneth Bae, già detenuto da sei mesi in Corea del Nord.

La vicenda di Bae, un operatore turistico e devoto cristiano, complicherà ulteriormente le relazioni già tese tra Pyongyang e Washington, dopo le minacce della Corea del Nord del mese scorso.

L’accusa per l’uomo è di aver agito per rovesciare il governo nordcoreano. Anche se la natura reale dei crimini commessi non è stata resa nota. La Corte suprema non si è spinta alla pena di morte che avrebbe potuto provocare la reazione diretta degli Stati Uniti.

Bae era stato arrestato all’inizio di novembre a Rason, un distretto economico speciale nel nordest della Corea, al confine con la Cina e la Russia.

Siria, missili contro un aereo di linea russo

Siria, missili terra aria contro un aereo di linea russo MOSCA, Russia -- Tragedia sfiorata solo per l'abilità dei piloti. Un aereo di linea russo ...

Boston, arrestati tre amici degli attentatori

Boston, arrestati tre amici degli attentatori BOSTON, Usa -- L'Fbi ha arrestato tre ragazzi che avrebbero fatto sparire prove importanti della ...