iscrizionenewslettergif
Cultura

Piccole donne: a Bergamo un “grande classico”

Di Redazione29 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
piccole donne

Piccole donne

È in programma per giovedì 2 maggio alle ore 21.00 all’Auditorium di Piazza della Libertà il primo degli incontri di “Un grande classico” 2013, iniziativa per questa edizione dedicata ai romanzi di formazione. La rassegna prende il via con la rilettura di “Piccole donne”, di Luoisa May Alcott, un romanzo femminile e collettivo, la storia delle quattro sorelle March che diventano grandi, tra amori, amicizie, sogni e delusioni, sullo sfondo dell’America scossa dalla guerra di Secessione.

L’occasione per rileggere con sguardo diverso, e certamente anche in chiave ironica, un libro che, sin dalla sua pubblicazione (1868), ha accompagnato generazioni di adolescenti si realizzerà grazie a Massimo Cirri psicologo, autore teatrale, pirotecnico conduttore radiofonico di “Caterpillar”, storica trasmissione di Radio 2,e a Marina Senesi, attrice e per lungo corso inviata speciale proprio per “Caterpillar”.

L’approfondimento di “Piccole donne” prosegue venerdì 3 maggio, sempre all’Auditorium di Piazza della Libertà, in collaborazione con Lab 80, con la proiezione dell’omonimo film di George Cukor (1933), con una straordinaria Katherine Hepburn nei panni di Jo. Ai partecipanti all’incontro del 2 maggio è garantito l’ingresso libero anche alla proiezione.

“Un grande classico” è un progetto promosso dal Comune di Bergamo-Assessorato alle Politiche giovanili, in collaborazione con Teatro Caverna, Associazione Liber e 54esima Fiera dei Librai, Lab 80 e con il fondamentale sostegno di Coop Lombardia.

Tutti gli incontri e gli appuntamenti, ad eccezione delle proiezioni cinematografiche, sono ad ingresso gratuito.

Perugia: ospite Yoani Sanchez

Yoani Sanchez Alla conclusione del Festival del giornalismo di Perugia, una manifestazione di dissenso per Yoani Sanchez. La ...

Ballo: Ue finanzia progetto Arcigay

Performing Gender L'arte nella differenza di genere e di orientamento sessuale per 16 coreografi di Italia, Olanda, ...