iscrizionenewslettergif
Bergamo

Trovati due dei tre alpinisti dispersi sul Dome des Ecrins

Di Redazione26 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Domes des Ecrins

Il Domes des Ecrins

BERGAMO — Sono stati ritrovati due dei tre alpinisti italiani, fra cui due bergamaschi d’adozione, dispersi durante una tempesta di neve sul Dome des Ecrins, Alpi Francesi, il 25 novembre scorso.

Secondo le ultime notizie, il primo corpo ritrovato e identificato appartiene al cardiologo genovese Damiano Barabino, 32enne istruttore del Cai. L’alpinista stava compiendo una scalata insieme ai compagni di cordata Francesco Cantù, 41enne cardiochirurgo all’ospedale Manzoni di Lecco e molto noto a Bergamo, e Luca Gaggianese, 39 anni, che aveva lavorato per il Cesvi di Bergamo e per il Comitato EvK2Cnr.

Le operazioni di riconoscimento hanno portato all’identificazione del secondo corpo ritrovato: si tratta di quello di Gaggianese. Secondo quanto reso noto dalle autorità francesi i due corpi sono stati trovati da una cordata che stava percorrendo la goulotte Boivin. I cadaveri erano in un crepaccio, intrappolati nel ghiaccio a circa 3500 metri di quota. Secondo la stampa francese, un corpo era attaccato alla parete, l’altro appeso a una corda a una cinquantina di metri di distanza.

Il corpi sono stati riportati a valle attraverso un elicottero. Secondo quanto riferito, il soccorso alpino francese non ha trovato alcuna traccia del terzo alpinista. L’ipotesi al vaglio è che sia morto di sfinimento in cresta e precipitato a valle.

Torna il Soap box rally: previste 50mila persone

Soap Box Rally Bergamo BERGAMO -- Si è tenuta mercoledì 24 aprile alle ore 11,30 la conferenza stampa di ...

Olivati: Fiaip diventi un centro di cultura immobiliare

Giuliano Olivati, presidente di Fiaip Bergamo BERGAMO -- Non una semplice sede di una federazione professionale, ma un vero e proprio ...