iscrizionenewslettergif
Bergamo

Ubi, l’Associazione dipendenti soci: incalzare il vertice

Di Redazione24 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'assemblea di Ubi Banca

L’assemblea di Ubi Banca

BERGAMO — “Occorre costruire un percorso propositivo che incalzi il vertice di Ubi Banca”. E’ questo l’obiettivo dell’Associazione cittadini e dipendenti soci di Ubi Banca, dopo la vittoria della lista Moltrasio alle elezioni del nuovo consiglio di sorveglianza della banca, che si sono tenute sabato scorso a Bergamo.

“Rivolgiamo le nostre congratulazioni all’ing. Andrea Moltrasio e alla lista “istituzionale” per l’affermazione ricevuta dall’esito assembleare. Invitiamo lo stesso a proseguire sull’azione compiuta, ma introducendo significativi interventi che consentano il superamento delle divisioni e delle conflittualità interne” si legge in un comunicato dell’Associazione.

“Allo stesso tempo, desideriamo complimentarci con il prof. Andrea Resti e con la sua lista Ubi, banca popolare! per il lusinghiero risultato ottenuto, che testimonia la professionalità e capacità che riconosciamo alla sua persona”.

“Auspichiamo che nel nuovo Consiglio di Sorveglianza ci sia collaborazione fra la lista di maggioranza e minoranza, ma anche rispetto delle posizioni. Al riguardo, suggeriamo al neo presidente di considerare le proposte che il prof. Resti ha avanzato con il suo programma, perché a nostro avviso rappresentano prospettive significative che in buona parte condividiamo, eccetto il risvolto legato alla maggiore iniezione di provincialismo. Su questo aspetto, al contrario, riteniamo si debba andare verso la direzione opposta” continua il comunicato.

“Invitiamo anche il nuovo Consiglio di Gestione, che sarà nominato dal Consiglio di Sorveglianza appena eletto, affinché provveda a deliberare interventi accorti indirizzati verso quel cambiamento necessario per far fronte alla difficile congiuntura economica. Ciò detto, puntualizziamo sin da questo momento che valuteremo negativamente ricette-fotocopia che prevedono quali provvedimenti sempre e solo tagli a danno dei lavoratori (per i quali invece chiediamo venga riconosciuta, valorizzata e sviluppata l’originalità umana e professionale) o della clientela, necessitante di maggiore attenzione e fidelizzazione. Vogliamo vedere in campo idee e progettualità lungimiranti, che non è sinonimo di penalizzanti”.

“Bisogna saper coniugare le ragioni dell’«etica» con quelle della «convenienza», le argomentazioni riguardanti il business aziendale con i concetti che si rifanno all’organizzazione «umanistica», partendo dal presupposto che l’organizzazione è un costrutto, un sistema aperto in continua interazione con l’ambiente circostante che si ricostruisce quotidianamente e, pertanto, non è mai definitivamente dato e conosciuto”.

“Il lavoro cominciato dall’Associazione dei Cittadini e Dipendenti Soci di Ubi Banca non è terminato con questa Assemblea, tutt’altro. La nostra azione propositiva incalzerà costantemente il gruppo dirigente di questo Gruppo bancario, affinché siano date risposte concrete alle sollecitazioni giunte dagli interventi dei Soci: riduzione dell’abnorme dimensione dei benefit e dei bonus, del numero dei componenti dei Consigli amministrativi e di controllo e delle rispettive remunerazioni, del costo delle consulenze fuori controllo”.

“Necessari e stringenti sono anche gli interventi volti a definire nuove linee di indirizzo per l’erogazione del credito da destinare alle PMI e alle famiglie. Ripetiamo nuovamente il messaggio che abbiamo lanciato in Assemblea con l’intervento svolto dalla nostra Associazione: per tornare a crescere bisogna seminare e per fare questo occorre coraggio e visione del futuro”.

Palafrizzoni: visite guidate e concerto il 1 maggio

Palazzo Frizzoni, sede del Comune dei Bergamo BERGAMO -- Apertura straordinaria, visita guidata e concerto. E' quanto offrirà Palazzo Frizzoni, sede della ...

Imprese&Territorio: sblocco crediti troppo complesso

Giuseppe Guerini BERGAMO -- “Il Decreto di sblocco dei pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione contiene troppi ...