iscrizionenewslettergif
Italia

Catania, litiga col cugino e gli dà fuoco

Di Redazione24 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I carabinieri in azione

I carabinieri in azione

CATANIA — Una lite familiare si è trasformata in tragedia a Paternò, in provincia di Catania. Due cugini si sono affrontati a male parole e uno dei due ha cosparso l’altro con della benzina, dandogli fuoco.

Nel giro di pochi secondo il poveretto si è trasformato in una torcia umana e anche l’autore del gesto è rimasto ustionato.

Secondo la ricostruzione fornita dai carabinieri, tutto sarebbe stato scatenato da una lite degenarata. Sulle cause che hanno portato alla scontro fra i due parenti sono in corso accertamenti da parte dei militari dell’Arma.

Il risultato della lite però è drammatico: Marco Castro, di 25 anni, è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Cannizzaro di Catania, con ustioni sulla quasi totalità del corpo. Il cugino che lo ha aggredito, Antonio Marino, di 36 anni, ha riportato ustioni sul 15 per cento del corpo, e non è in pericolo di vita.

Reggio Calabria: resti umani in una Smart affondata

Il porto di Reggio Calabria REGGIO CALABRIA -- La polizia di Reggio Calabria ha scoperto resti umani all'interno di una ...

Cinquecento visite in nero: dentista nei guai

La Guardia di finanza BRINDISI -- Secondo le indagini avrebbe effettuato circa 500 visite in nero negli ultimi tre ...