iscrizionenewslettergif
Politica

Pd-Pdl, intesa su Marini ma Renzi dice “no”

Di Redazione17 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Franco Marini

Franco Marini

ROMA — Sarebbe l’ex presidente del Senato Franco Marini il nome su cui Pd, Pdl e Scelta Civica potrebbero convergere. E’ quanto si apprende da fonti interne ai partiti in vista delle assemblee dei gruppi sia dei democratici sia del Popolo della Libertà. Ma dentro il Pd volano gli stracci, con Matteo Renzi che dice un “no” secco all’ipotesi che al Quirinale vada l’ex sindacalista.

“Ci sono condizioni per scelta condivisa. Mi pare che la ricerca di una soluzione ampiamente condivisa sia a buon punto”, ha detto Pierluigi Bersani. Il leader del Pd avrebbe presentato in un colloquio telefonico a Silvio Berlusconi la rosa dei candidati al Quirinale. Dalla rosa, composta da più nomi, le personalità prese in considerazione dal Cav, in queste ore, sarebbero Amato, D’Alema e Marini, che il leader Pdl avrebbe già incontrato.

“Nessuna rosa è stata presentata a Berlusconi. Si ragiona da giorni su diverse possibilità con tutte le forze parlamentari per arrivare ad un nome largamente condiviso”, aveva precisato il Pd in una nota.

Ma a rompere gli indugi è stato Matteo Renzi che alla Stampa ha dichiarato: “Marini? Non lo votiamo. Non siamo franchi tiratori ma ci opponiamo a questa scelta”, dice il rottamatore che nei giorni scorsi aveva già espresso il suo no all’ipotesi della candidatura di Marini: “I nostri parlamentari non lo voteranno”, assicura.

Grillo tuona: con D’Alema o Amato, Bersani suicida il paese

Beppe Grillo ROMA -- L'ipotesi di un accordo già fatto fra Pd-Pdl sul nome del prossimo presidente ...

Addio Marini. Rispunta Prodi ma al Pdl non piace

Angelino Alfano e Pierluigi Bersani ROMA -- Un flop clamoroso. Pensava di avere una settantina di voti più del necessario ...