iscrizionenewslettergif
Politica

Pd e Pdl verso Amato. Grillo: era cassiere di Craxi

Di Redazione17 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
craxi amato presidente repubblica

Bettino Craxi e Giuliano Amato

ROMA — Il punto d’incontro fra Pd e Pdl per la presidenza della Repubblica potrebbe essere Giuliano Amato. Il “professore”, figura istituzionale che in passato ha ricoperto ruoli di governo, non dispiacerebbe a Bersani, mentre Berlusconi e il Popolo della Libertà non lo considera ostile.

Il vero obiettivo del Pdl resta quello di arrivare a un governo allargato – governissimo o larghe intese che dir si voglia – in cui i ministri pidiellini abbiano ruoli strategici determinanti. E soprattutto che consenta a Berlusconi di staccare la spina, esattamente come è accaduto con Monti, nel momento in cui la situazione lo richiedesse.

L’ipotesi di Amato non piace per nulla al Movimento 5 Stelle. “Se la Sinistra propone Amato si suicida” ha detto Beppe Grillo a margine di un convegno a Sequals (Pordenone), parlando dell’ipotesi di un nuovo Capo dello Stato.

“Amato – ha aggiunto il leader dei 5 Stelle – è stato il cassiere di Craxi per dieci anni assieme a Berlusconi”. “La Gabanelli è una mossa vincente e straordinaria, ma Rodotà è perfetto e deve essere votato: è un altro nome spendibile benissimo dalla Sinistra”, ha aggiunto Grillo. “Non sappiamo se accetteranno – ha aggiunto Grillo – ma noi proseguiremo su questa strada perché è questo il vero cambiamento che Bersani deve solo cogliere”, ha concluso.

Grillo: Gabanelli “for President”. E apre a Bersani

beppe grillo gabanelli ROMA -- Per il Movimento 5 Stelle i candidati alla presidenza della Repubblica possono essere ...

Pdl Bergamo: Capelli vicepresidente commissione Sanità

Angelo Capelli MILANO -- Il consigliere regionale bergamasco Angelo Capelli è stato eletto ieri vicepresidente della Commissione ...