iscrizionenewslettergif
Sebino

Chiazza scura sul lago d’Iseo: inquinamento o alghe?

Di Redazione17 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
chiazza lago iseo

La chiazza scura sul Lago d’Iseo (foto Legambiente Basso Sebino)

LOVERE — Una macchia gigantesca lunga tre chilometri e larga duecento metri sta sporcando le acque del lago d’Iseo. Lo denuncia Legambiente che ha prodotto una serie di foto in cui compare distintamente una chiazza scura non distante dalla riva bresciana del lago.

Gli ambientalisti non hanno dubbi: si tratta di inquinamento da scarichi fognari e industriali. Diversa la versione dell’assessore all’Ambiente del Comune di Pisogne Elio Musati, secondo il quale si tratterebbe di un naturale rimescolamento delle alghe sul fondale.

“Dallo sforatore di Pisogne che dà sul canale industriale, è uscito un getto continuo e concentrato di liquami e oli fumanti di vario tipo che è stato riversato nelle acque del lago d’Iseo lo scorso sabato mattina e nella giornata di domenica” sostiene il presidente di Legambiente Basso Sebino, Dario Balotta.

Secondo l’associazione ambientalista si tratterebbe del più grande caso di inquinamento registrato nel Sebino negli ultimi anni.

Scossa di terremoto magnitudo 3.1 nel Basso Sebino

Scossa di terremoto ieri sera nel Basso Sebino LOVERE -- Sono stati attimi di paura ieri in tarda serata sulle sponde del lago ...

Chiazze nel Lago d’Iseo: la Regione convoca Arpa e Asl

La chiazza scura sul Lago d'Iseo LOVERE -- La chiazza sul Lago d'Iseo sarà oggetto di un prossimo incontro fra Regione ...