iscrizionenewslettergif
Economia

Monito di Draghi: la banche prestino a tassi ragionevoli

Di Redazione16 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
mario draghi bce

Il presidente della Bce Mario Draghi

AMSTERDAM, Olanda — “Se le banche in alcuni Paesi non prestano a tassi ragionevoli, le conseguenze per l’Eurozona sono gravi”. Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi durante un intervento ad Amsterdam.

Secondo Draghi “é particolarmente sconcertante che le pmi soffrano più delle grandi aziende, dato che fanno i tre quarti dell’occupazione”.

Alla radice della crisi europea c’é il fatto che “gran parte dei Paesi sotto stress soffrono di una perdita di competitività cronica”. Nella sua ‘Lecture’ ad Amsterdam, il presidente della Bce ha aggiunto che “la via d’uscita è ritrovare la competitività attraverso ambiziose riforme strutturali”.

“La maggior parte delle misure non convenzionali adottate dalle banche centrali in giro per il mondo sono molto simili” precisa Draghi, sottolineando che solo “l’approccio è diverso” e che la Bce “opera in un contesto particolare”, con 17 Paesi. “Se le banche in alcuni Paesi non prestano a tassi ragionevoli – prosegue – le conseguenze per l’Eurozona sono gravi”.

Secondo Draghi “é particolarmente sconcertante che le pmi soffrano più delle grandi aziende, dato che fanno i tre quarti dell’occupazione”.

Galassi (Confapi Industria): le pmi chiedono azioni concrete

Paolo Galassi confapi industria ROMA -- "Non possiamo che condividere appieno le parole del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ...

Cala ancora il mercato dell’auto in Europa

Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat TORINO -- Cala ancora, per la 18esima volta, il mercato dell'auto in Europa. A marzo ...