iscrizionenewslettergif
Provincia

Cai: super trekking per il 150esimo anniversario

Di Redazione16 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Cai compie 150 anni

Il Cai compie 150 anni

BERGAMO — Una grande manifestazione basata sull’attività principe del trekking che intende coinvolgere gli appassionati di escursionismo dell’Italia intera, con oltre 300 tappe per percorrere insieme circa 5000 chilometri, con gli scarponi ai piedi o in punta di pedali in sella alla mountain bike. Sono i numeri del progetto “CamminaCai 150”, una delle iniziative organizzate per celebrare il 150esimo anniversario del Club alpino italiano, il cui inizio è in programma sabato 20 aprile.

Si tratta di un percorso escursionistico lungo le grandi direttrici del territorio nazionale, come la v ia Francigena, la via Salaria e la via Micaelica, basato su tappe indipendenti individuate su percorsi già esistenti. La finalità è condurre i partecipanti provenienti da diverse parti d’Italia a Roma per i festeggiamenti del 28 settembre, e da lì proseguire idealmente con la XV Settimana nazionale dell’escursionismo e il 15esimo Meeting nazionale dei sentieri che si terranno in Sardegna dal 12 al 20 ottobre 2013.

“Il progetto è stato realizzato da un gruppo di lavoro nato all’interno della Commissione centrale di escursionismo, sulla base delle proposte inviate alla commissione Cai 150 da varie sezioni o raggruppamenti”, ha dichiarato il coordinatore del progetto Carlo Bonisoli. “Queste proposte sono diventate gli assi portanti di CamminaCai”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il Presidente della CCE Carlo Diodati: “abbiamo organizzato una manifestazione importante, sia per il CAI ma soprattutto per la promozione dell’escursionismo. Invitiamo tutti gli appassionati di montagna del nostro Paese a partecipare e a condividere insieme la storica ricorrenza del sodalizio”.

Da nord si percorrerà la via Francigena, antico fascio di percorsi che per secoli portarono i pellegrini del nord Europa a Roma. Gli escursionisti percorreranno il ramo storicamente più conosciuto, proveniente dal Gran San Bernardo e una variante del ramo proveniente dalla Val di Susa, che eviti la Pianura Padana.

Sempre da nord è stato previsto anche il cammino denominato “La variante selliana”, sui passi del fondatore del Cai Quintino Sella, un programma particolarmente significativo e simbolico per il sodalizio, che partirà dalla casa natale di Sella a Mosso e si congiungerà a quello del Gran San Bernardo a Ivrea.

Da est si percorrerà la via Salaria, che unisce il Mar Adriatico al Tirreno, una delle grandi arterie dell’estesa rete viaria dell’Impero romano. Sarà percorso anche l’itinerario da Spoleto a L’Aquila, che costituisce la dorsale appenninica nord – sud di origine pre romana.

Da sud sarà percorsa la via Micaelica, altro importante cammino medievale di fede, partendo da Monte Sant’Angelo sul Gargano in direzione Roma. Sarà anche percorso il tratto Montecassino – Subiaco – Roma (Cammino delle Abbazie), considerato la variante appenninica della Micaelica.

Una serie di escursioni affiancherà l’intero progetto escursionistico in Lombardia (da Saltrio nelle Prealpi varesine), nel Veneto con un trekking di tre giorni (da La Casera al Pian de le Fermene e a Pianezze, nelle Prealpi Trevisane), nel Friuli Venezia Giulia (da Muggia a Trieste), in Sicilia (da Petralia nel parco delle Madonie). Altre escursioni sono in programma in Alto Adige, Trentino, Calabria e Basilicata.

Il 20 aprile prenderanno il via otto escursioni di più giorni in altrettante regioni italiane: Valle D’Aosta (“Sulle orme di Sigerico”), Lombardia (“Prealpi varesine”), Marche (“Via Salaria”), Puglia (“Via Micaelica”), Veneto (“Trekking delle Prealpi trevisane”), Friuli Venezia Giulia (“Prealpi trevisane, Massiccio del Grappa, Altopiano di Asiago”) e Sicilia (quattro escursioni non continuative da Petralia Sottana alla dorsale dei Monti Nebrodi). Il 23 aprile via ad altre due escursioni in Valle D’Aosta (“Variante selliana”) e Basilicata (“Trekking Parco regionale delle chiese rupestri del materano”).

La manifestazione sarà un momento di festa e socialità, uno “stare insieme” itinerante, che prevede diversi punti di incontro intermedi:
2 giugno: Festeggiamenti con gli escursionisti provenienti dalle regioni del Nord a Sarzana (SP). Giornata organizzata dal CAI Sarzana
2 giugno: Festeggiamenti con gli escursionisti provenienti dall’Italia Centrale a Rieti. Giornata organizzata dal CAI Rieti
2 giugno: Festeggiamenti con gli escursionisti provenienti da tutta la Campania. Giornata organizzata dal CAI Napoli
8 settembre: Festeggiamenti con gli escursionisti provenienti dall’Italia meridionale (via Micaelica). Organizzazione CAI Benevento
14 settembre: Festeggiamenti con gli escursionisti provenienti dalle regioni del Nord e del Centro a Siena. Giornata organizzata dal CAI Siena
28 settembre: a Roma La Storta grandi festeggiamenti come momento di incontro di tutti cammini da nord e da sud. Giornata organizzata dal CAI Roma

Tutte le info sulle manifestazioni di CAI 150 su http://www.loscarpone.cai.it/home.html

Cala la cassa integrazione, ma pesa la “deroga”

Cassa integrazione in calo ma pesa la "deroga" BERGAMO -- La cassa integrazione è in calo. I dati che le agenzie preposte stanno ...

Bcc Inzago e Carugate verso nuovo soggetto bancario

La Bcc Inzago INZAGO -- La BCC Carugate e la BCC Inzago stanno valutando la possibilità di creare ...