iscrizionenewslettergif
Economia

Italiani destinati a pagare l’Imu fino al 2017

Di Redazione12 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

ROMA — Nuova manovra economica all’orizzonte. Dal 2015 l’Italia dovrà tornare a far quadrare i conti perché l’Imu sulla prima casa è destinata a scadere così come l’aumento dei moltiplicatori con cui si calcola la rendita catastale. Inoltre ci sono altri due miliardi all’anno in più da far rientrare dopo la bocciatura della Corte costituzionale a nuovi ticket sanitari.

Il problema è che, nell’immediato, servono altri soldi per coprire la cassa integrazione e le missioni militari all’estero. E la prospettiva di correttivi a breve è decisamente concreta.

Il testo definitivo del Def prospetta chiaramente il ricorso a nuovi interventi che variano di intensità a seconda che l’Imu venga confermata o meno. Per far calare l’indebitamento e mantenere il pareggio di bilancio, si parla di manovre per 20 miliardi nel triennio 2015-2017 se l’attuale imposizione sulla casa viene confermata. Se invece salterà l’Imu, le manovre potrebbero arrivare a 60 miliardi.

Carlo Scotti-Foglieni

Confindustria preme: governo subitissimo

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi ROMA -- "Il tempo scaduto: serve un governo non subito, serve subitissimo". Lo afferma il ...

Galassi (Confapi Industria): le pmi chiedono azioni concrete

Paolo Galassi confapi industria ROMA -- "Non possiamo che condividere appieno le parole del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ...