iscrizionenewslettergif
Provincia

L’operaio morto folgorato stava rubando rame

Di Redazione11 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Sirma di Marghera

La Sirma di Marghera

BERGAMO — Si trovavano in una zona interdetta e in più con l’intenzione di rubare il rame dei cavi elettrici. E’ questa, secondo le indagini degli investigatori, la causa della morte di un operaio albanese, residente in Bergamasca, deceduto in seguito a folgorazione ieri mattina nell’area produttiva di Marghera, a Mestre.

Secondo i rilievi raccolti dalla polizia di Stato, l’operaio insieme al fratello e a un compagno di lavoro, tutti albanesi, durante il lavoro di smantellamento dei capannoni dell’ex Sirma avrebbe raggiunto una cabina Enel in una zona in cui era vietato l’ingresso.

Nel maldestro tentativo di rubare l’uomo sarebbe rimasto folgorato da uno scarica elettrica a 40mila volt. Gravemente ustionato anche un compagno di lavoro, portato all’ospedale di Mestre, dove si trova tuttora ricoverato.

Vinitaly: 80mila visitatori al padiglione Lombardia

I vini Valcalepio BERGAMO -- Oltre 80 mila visitatori nell’arco di quattro giorni. E un totale di 24 ...

Celiachia: 24mila casi in Lombardia

celiachia, cibi, bergamo BERGAMO -- Sono quasi 24mila le persone affette da celiachia in Lombardia. E' quanto emerge ...