iscrizionenewslettergif
Economia

Confindustria preme: governo subitissimo

Di Redazione11 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi

ROMA — “Il tempo scaduto: serve un governo non subito, serve subitissimo”. Lo afferma il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi.

I dati in mano al leader di viale dell’Astronomia indicano che la produzione industriale a febbraio torna a diminuire, con un -0,8 per cento su gennaio. E su base annua la discesa continua, con un -3,8 per cento (corretto per effetti calendario), il diciottesimo ribasso consecutivo. Lo rileva l’Istat.

Il presidente di Confindustria chiede la rapida formazione di un esecutivo “perché l’economia reale ha un andamento tale che se non si interviene subito non ci può essere ripresa”.

La flessione congiunturale di febbraio ha bruciato il rialzo registrato a gennaio (+1 per cento), mentre a livello tendenziale si arriva a un anno e mezzo di segni meno, solo nel primo bimestre del 2013 l’arretramento è pari, in media, al 3,7 per cento.

Crisi: crolla potere d’acquisto della famiglie

inflazione famiglie povertà ROMA -- Cala ancora il potere d'acquisto delle famiglie italiane. Secondo quanto rilevato dall'Istat, tenuto ...

Italiani destinati a pagare l’Imu fino al 2017

imu, tasse, italiaROMA -- Nuova manovra economica all'orizzonte. Dal 2015 l'Italia dovrà tornare a far quadrare i ...