iscrizionenewslettergif
Bergamo

Aggressione di Santa Caterina: 4 anni al kosovaro

Di Redazione11 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
stupro violenza aggressione santa caterina

Uno striscione appeso a Borgo Santa Caterina dopo la violenza

BERGAMO — La sentenza è arrivata questa mattina. E’ stato condannato a 4 anni di reclusione e ventimila euro di risarcimento, a titolo di provvisionale, Vilson Ramaj il kosovaro che aggredì una ragazza bergamasca di 24 anni in un parcheggio di Borgo Santa Caterina.

L’uomo è stato giudicato con processo immediato, come da richiesta dei suoi legali. Al meccanismo giuridico si può ricorrere nel momento in cui non siano ritenute necessarie ulteriori indagini e gli elementi di prova ci siano già tutti.

La bruttissima vicenda, che ha scosso profondamente l’opinione pubblica tanto da far paventare la possibilità di reazioni violente nel tranquillo quartiere di Santa Caterina, è avvenuta nella notte fra il 3 e il 4 gennaio scorso.

L’uomo, 32 anni sposato con figli, prima di andare al lavoro presso la Dhl di Bergamo, si avvicinò in macchina alla ragazza, poi la aggredì in un parcheggio fra i palazzi di via Alberico da Rosciate.

Per questo fu arrestato una settimana dopo dagli agenti della questura di Bergamo e accusato di violenza sessuale. Nel frattempo la ragazza, che non sapeva di essere incinta del suo fidanzato, perse il bambino.

L’uomo ha sostanzialmente confessato l’aggressione. Il pubblico ministero ha chiesto per il kosovaro 4 annni di carcere. La condanna è stata confermata dal giudice.

Oggi instabile, ma nel weekend torna il sole

Torna il sereno nel fine settimana BERGAMO -- Oggi ancora qualche pioggia. Ma il fine settimana dovrebbe essere bello su Bergamo ...

Recuperare i soldi non dovuti? L’Odissea dei consumatori

Recupero crediti: un caso esemplare BERGAMO -- Le associazioni dei consumatori si sono spesso lamentate di come viene gestita in ...