iscrizionenewslettergif
Economia

Crisi: crolla potere d’acquisto della famiglie

Di Redazione10 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
inflazione famiglie povertà

Crolla il potere d’acquisto della famiglie italiane

ROMA — Cala ancora il potere d’acquisto delle famiglie italiane. Secondo quanto rilevato dall’Istat, tenuto conto dell’inflazione, nel 2012, rispetto al 2011, si è ridotto del 4,8 per cento.

Secondo le rilevazioni, nel quarto trimestre del 2012 il calo è stato ancora più accentuato, pari al 5,4 per cento su base annua.

La caduta del potere d’acquisto delle famiglie consumatrici, pari al -4,8 per cento, è la variazione annua peggiore da quando è disponibile il dato, ovvero dal 1990.

Nel 2012 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici, in valori correnti, è diminuito del 2,1 per cento. L’Istat sottolinea che nell’ultimo trimestre del 2012 ha registrato una riduzione ancora più forte, pari al 3,2 sul quarto trimestre 2011.

La propensione al risparmio delle famiglie consumatrici, pari all’8,2 per cento nel 2012, segna il livello annuo più basso da quando è disponibile il dato, cioé dal 1990.

Barcella (Confindustria): tempo scaduto, ora governo al paese

barcella confindustria lombardia BERGAMO -- "Al paese serve una guida politica, che torni a ridare speranza sociale e ...

Confindustria preme: governo subitissimo

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi ROMA -- "Il tempo scaduto: serve un governo non subito, serve subitissimo". Lo afferma il ...