iscrizionenewslettergif
Sport

L’Atalanta espugna San Siro: 4-3 all’Inter

Di Redazione8 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
inter atalanta 2013

Inter-Atalanta finisce 3-4. La gioia di German Denis dopo la tripletta

MILANO — Con una partita davvero incredibile l’Atalanta espugna il campo di San Siro e batte l’Inter di Stramaccioni per 4-3 nel posticipo della 31esima giornata del campionato di serie A. I milanesi, in vantaggio per 3-1 non hanno saputo mantenere il vantaggio e la squadra di Colantuono, mai doma, li ha puniti.

In grande spolvero il centroavanti dell’Atalanta German Denis, autore di una tripletta. L’Inter era andata in vantaggio con Rocchi, aveva visto il pareggio di Bonaventura e poi aveva allungato le distanze con una doppietta di Alvarez. Ma l’Atalanta non si è data per vinta.

Sul 3-1, al 64esimo, è arrivato il rigore che ha cambiato il match. Fallo dubbio su Bonaventura. Denis va sul dischetto e accorcia le distanze: 3-2. Di lì in poi l’Atalanta sale in cattedra, l’Inter perde la testa anche per le proteste e il nervosismo per il penalty.

E così arrivano altri due gol del centravanti di Colantuono, al 71esimo e al 76esimo, che consentono ai bergamaschi di rimontare e vincere clamorosamente.

Al termine della partita milanesi furibondi con l’arbitro. “Non credo alla buona fede – ha attaccato il presidente dell’Inter Massimo Moratti ha risposto alle domande dei cronisti sul rigore concesso da Gervasoni -. Un rigore inesistente che cambia la partita. E’ ingiusto, è mettere in condizione la squadra di sentirsi non considerata. Credo siano 21 le partite in cui non ci danno un rigore. Statisticamente credo sia impossibile non avere mai avuto occasioni in area per 21 partite. Dopo un rigore così inesistente – ha concluso Moratti – non credo alla buona fede”.

Stramaccioni è sulla stessa lunghezza d’onda: “Rigore dubbio? L’arbitro si è preso una responsabilità incredibile. Io sono nuovo di questo mondo, ma l’ha visto solo lui. Peccato, è un girone intero che non riceviamo rigori. Bonaventura ha fatto falli su Kovacic per tutta la partita. Ma quell’episodio è stato decisivo: Gervasoni ha visto una cosa che non c’è stata, i giocatori dell’Atalanta stavano andando a battere il corner. In panchina pensavamo fosse fallo di Ranocchia, invece ha fischiato un fallo di mano di Samuel”.

Contento invece Colantuono che dedica la partita a Ivan Ruggeri: “La dedica è al nostro carissimo presidente, e nell’occasione di Ranocchia da lassù ci ha dato una mano” racconta il tecnico degli orobici, ripensando all’occasionissima incredibilmente sprecata nei secondi finali del recupero dal difensore interista.

E’ morto l’ex presidente dell’Atalanta Ivan Ruggeri

L'ex presidente dell'Atalanta Ivan Ruggeri è morto ieri notte BERGAMO -- Grande cordoglio in Bergamasca per questa giornata triste per lo sport. E' morto ...

Roma-Lazio finisce 1-1 con cinque accoltellati

roma lazio scontri tifosi derby ROMA -- La partita è finita 1-1. Ma più che per il gioco, il derby ...