iscrizionenewslettergif
Italia

E’ una gita: ma la Finanza scopre carico d’oro nell’auto

Di Redazione4 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
guardia di finanza

La Guardia di finanza

COMO — All’apparenza si trattava di una semplice gita di Pasqua, in famiglia. In realtà quell’uomo, che cercava di entrare in Svizzera con la moglie e tre figlie aveva in un doppiofondo della sua auto qualcosa come 110 chili d’oro, dal valore stimato in 4,5 milioni di euro.

L’uomo, italiano ma residente in Canton Ticino, è stato fermato dalla Guardia di finanza per un controllo. In un primo momento sembrava tutto regolare. Ma gli agenti hanno notato il crescente nervosismo del capofamiglia e della moglie e si sono insospettiti.

I due sono stati accompagnati in caserma. Ebbene, da un controllo più approfondito è risultato che l’utilitaria su cui i due viaggiavano aveva due doppi fondi da cui è spuntato un autentico tesoro.

Centodieci chili d’oro in lingotti. Il carico è stato scoperto da una pattuglia di finanzieri del Gruppo Ponte Chiasso durante l’attività di controllo nella zona di “retrovalico”, fuori cioé dagli spazi doganali.

L’uomo, legale rappresentante di una società svizzera, è stato denunciato a piede libero per riciclaggio. L’oro e l’autovettura sono stati sottoposti a sequestro preventivo d’urgenza. Sono ora in corso le indagini per accertare provenienza e destinazione del prezioso carico.

Violenta la moglie e minaccia di gettare la figlia dalla finestra

polizia MILANO -- Una vicenda allucinante. Ha violentato più volte la moglie e per evitare che ...

Omicidio di Garlasco: sentenza rinviata

Alberto Stasi updated MILANO -- Slitta al 17 aprile il verdetto della Corte di Cassazione per l'omicidio ...