iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Gravidanza e chirurgia estetica: è allarme

Di Redazione3 aprile 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gravidanza

Gravidanza

Chirurgia estetica e gravidanza. E’ allarme. Un periodo che dovrebbe essere all’insegna della naturalezza e della tranquillità è invece ora contraddistinto da numerosi ricorsi al chirurgo estetico. Quali sono i rischi della chirurgia plastica sempre più richiesta anche durante la dolce attesa?

“In generale si può affermare che in gravidanza è sconsigliato ogni tipo di intervento chirurgico estetico, perché, come sappiamo, il corpo della donna risulta essere più fragile, l’anestesia e i farmaci necessari agli interventi non sono infatti compatibili con lo stato interessante” spiega Alberto Capone, specialista in chirurgia plastica e ricostruttiva a Milano.

Come spiega l’esperto: “È possibile effettuare trattamenti estetici meno invasivi, come ad esempio microiniezioni di acido ialuronico, mesolifting e microdermolift, anche se il viso di una donna incinta risulta generalmente piò tonico e luminoso a causa degli ormoni in circolo”. Anche dopo il parto “pur non essendoci controindicazioni di nessun tipo, soprattutto per quanto riguarda l’allattamento, sarà necessario aspettare qualche mese prima di poter essere sottoposte a interventi di questo tipo” – conclude Capone.

Allarme, scende l’età dell’abuso di alcol

Cresce l'abuso di alcol fra gli adolescenti I dati destano allarme. Si sta abbassando sempre più l'età dei giovani bevitori. E' quando ...

Gravidanza: la dieta del terzo trimestre

Gravidanza Ansie, paure, irrequietezza sono stati d'animo tipici del terzo trimestre di gravidanza, quando ormai la ...