iscrizionenewslettergif
Poesie

“Forte e fragile” di Vellise Pilotti

Di Redazione28 marzo 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Non credere
che io non sia fragile,
mi basta una parola
per stare male.
Sono forte
perché la vita
non mi ha regalato niente.
Ho sempre inventato storie
per non sentirmi sola.
La vita è un’altalena
tra il male e il bene,
tra il brutto e il bello,
la follia e la ragione.
L’equilibrio
è un’equazione,
che non sempre riusciamo a risolvere.
Siamo come le lucertole,
ci stendiamo al sole,
per poterci scaldare,
e se ci prendono per la coda
la lasciamo,
ne crescerà un’altra,
e ricominceremo.

“Vendetta postuma” di Emilio Praga

Quando sarai nel freddo monumento immobile e stecchita, se ti resta nel cranio un sentimento di questa vita, ripenserai ...

“Gesù” di Giovanni Pascoli

E Gesù rivedeva, oltre il Giordano, campagne sotto il mietitor rimorte, il suo giorno non molto ...