iscrizionenewslettergif
Politica

Marò: il ministro degli Esteri Terzi si dimette

Di Redazione26 marzo 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
ll ministro Terzi di Sant'Agata

ll ministro Terzi di Sant’Agata

ROMA — Il ministro degli Esteri italiano, il bergamasco Giulio Terzi di Sant’Agata si è dimesso dall’incarico. “Mi dimetto in disaccordo con la decisione di rimandare i marò in India. Le riserve da me espresse non hanno prodotto alcun effetto e la decisione è stata un’altra. La mia voce è rimasta inascoltata” ha detto quest’oggi in parlamento.

“Ho aspettato di farlo qui in Parlamento per esprimere pubblicamente questa mia posizione: non posso più far parte di questo governo”, ha detto Terzi annunciando le sue dimissioni sulla vicenda dei marò.

“Mi dimetto perché per 40 anni ho ritenuto e ritengo oggi in maniera ancora più forte che vada salvaguardata l’onorabilità del Paese, delle forze armate e della diplomazia italiana. Mi dimetto perché solidale con i nostri due marò e con le loro famiglie” ha aggiunto.

“Saluto con un sentimento di profonda partecipazione e ammirazione i marò Latorre e Girone. Ancora ieri le loro parole hanno dato uno straordinario esempio di attaccamento alla patria”.

Regione, Saffioti: un saluto e una speranza

Carlo Saffioti BERGAMO -- Riceviamo e pubblichiamo questo intervento da parte dell'ex segretario provinciale del Pdl nonché ...

Battiato sbotta: “Queste troie in parlamento”

franco battiato troie ROMA -- Sta scatenando un vespaio di polemiche roventi la frase pronunciata dal musicista, nonché ...