iscrizionenewslettergif
Italia

Promette lavoro ma induce alla prostituzione: condannato

Di Redazione22 marzo 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La polizia

La polizia

GENOVA — Adescava ragazze in cerca di un posto di lavoro e le induceva a prostituirsi. Un uomo di 41 anni è stato condannato a 13 anni e un mese di carcere per sfruttamento dalla prostituzione dal Tribunale di Genova.

Secondo quanto emerso dalle indagini, l’uomo, attraverso inserzioni sui giornali, attirava ragazze prospettando un lavoro di vendita su internet, poi invece le induceva a prostituirsi.

I fatti risalgono al periodo tra il 2008 e il 2010. Per incastrare l’imputato era stata anche effettuata un’azione di copertura: una donna-carabiniere si era finta interessata al lavoro di vendita online.

Nell’ottobre scorso, in aula, diverse ragazze avevano raccontato che l’uomo, dopo il primo colloquio, le invitava a mettersi in abiti succinti per chattare con i clienti.

Un’altra disse che l’imputato la convinse a fare un video mentre avevano un rapporto sessuale e che cercò di convincerla a lavorare per lui ma, quando si oppose, la minacciò di pubblicarlo in rete.

Il 41enne era stato accusato anche di violenza sessuale di gruppo, di alcuni episodi di sfruttamento della prostituzione tramite chat-line in forma consumata e tentata, di quattro violenze sessuali e di un tentativo di estorsione.

Napoli, bimbo soffocato: due avvisi di garanzia

Bimbo muore soffocato in una scuola di Napoli NAPOLI -- La procura di Napoli ha emesso due avvisi di garanzia nell'ambito delle indagini ...

Vende disco dei Beatles a 10mila euro: ma è falso

I Beatles GENOVA -- Aveva venduto per 10mila euro un rarissimo disco dei Beatles. Solo che era ...