iscrizionenewslettergif
Esteri

Corea del Nord: la Cina critica gli Usa

Di Redazione19 marzo 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il lancio di un missile nordcoreano

Il lancio di un missile nordcoreano

PYONGYANG, Corea del Nord — La decisione degli Stati Uniti di rafforzare il sistema di difesa anti-missile in Alaska, contro eventuali attacchi nucleare provenienti dalla Corea del Nord rischia di fare alzare ulteriormente la tensione fra i due paesi e minare la stabilità in Asia. Lo sostiene il governo cinese.

“Le difese missilistiche servono solo a rafforzare e intensificare antagonismo, e non aiutano a risolvere la questione” ha detto il portavoce del ministero degli Esteri di Pechino Hong Lei in una conferenza stampa.

Gli Stati Uniti, per voce del segretario alla Difesa Chuck Nagel, nei giorni scorsi hanno annunciato il rafforzamento del sistema difensivo installato sulle coste americane. L’annuncio è arrivato dopo le recenti minacce di un attacco nucleare preventivo da parte della Corea del Nord e le conseguenti sanzioni decise dalle Nazioni Unite in seguito al terzo test nucleare effettuato dal regime comunista.

La tensione nella regione resta altissima. Seul e Washington stanno effettuando le esercitazioni militari congiunte “Key resolve”, in cui si simula la risposta a un attacco del Nord. Nel frattempo dal giovane leader nordcoreano Kim Jong Un fioccano le minacce, fra cui quella di rendere carta straccia l’armistizio fra le due Coree del 1953.

Un attacco missilistico nordcoreano contro gli Stati Uniti Stati è altamente improbabile, sostengono gli esperti. “Probabilmente non è possibile, ma non mi piace il margine di errore”, ha detto il presidente Barack Obama che ha dato il suo via libera al rafforzamento delle difese. Oltre ai 14 intercettori aggiuntivi, da installare entro il 2017, si potrebbe arrivare a un totale di 44, secondo il Pentagono.

Ma la Cina risposta cinese non si è fatta attendere. Pechino ritiene che il dispositivo antimissile americano alteri gli equilibri della regione asiatica e non solo. “E’ importante per l’equilibrio strategico globale e la stabilità regionale che ci sia fiducia strategica tra i paesi interessati”. La Cina si è detta disposta a negoziati con la Corea del Nord per il programma nucleare. Mentre il regime nordcoreano ha ribadito che “le armi nucleari sono un deterrente contro la politica ostile degli americani e non è disponibile a un negoziato con gli Usa”.

Obama all’Iran: ridurre le tensioni sul nucleare

Barack Obama nel video-messaggio WASHINGTON, Usa -- Un video-messaggio per invitare l'Iran a risolvere la controversia sui siti nucleari ...

Al Qaeda annuncia: giustiziato ostaggio francese

Soldati francesi in Mali PARIGI, Francia -- Un'altra barbara uccisione. I terroristi di Al Qaeda nel Maghreb islamico hanno ...