iscrizionenewslettergif
Esteri

Corea del Nord, gli Usa temono provocazioni

Di Redazione14 marzo 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Corea del Nord: gli Usa temono provocazioni

Corea del Nord: gli Usa temono provocazioni

WASHINGTON, Usa — Una provocazione della Corea del Nord. Un atto militare con l’intento di mostrare al mondo la propria forza. E’ quanto temono le agenzie di intelligence degli Stati Uniti circa la situazione, tesissima, che si è venuta a creare fra le due Coree.

Il rischio che lo scenario militare precipiti è concreto. Per questo gli Stati Uniti e la Corea del Sud stanno effettuando con grande cautela le esercitazioni congiunte nella zona. Il timore è che un atto dimostrativo, un attacco anche se non di grande portata, dei nordcoreani possa scatenare una escalation difficilmente controllabile.

I toni, come sempre da parte del regime comunista, sono altissimi. La Corea del Nord ieri ha confermato di avere rotto il patto di non-aggressione contenuto nell’armistizio del 1953 che, a questo punto, per i nordcoreani è carta straccia.

Il ministro delle Forze Armate nordcoreane ha aggiunto, in una lunga dichiarazione pubblicata dall’agenzia di stampa governativa, che i veri “guerrafondai sono gli Stati Uniti e le loro marionette a Seul”. “Quel che resta da fare ora – ha aggiunto – è un atto di giustizia e di spietata rappresaglia dell’esercito e del popolo della Corea del Nord”.

Intanto le forze aeree della Corea del Nord, in concomitanza con l’esercitazione Usa “Key resolve” hanno aumentato i voli quotidiani di caccia. Lo riferisce l’agenzia Yonhap citando fonti militari di Seul. “I voli dell’aeronautica del Nord, tra jet da combattimento ed elicotteri, hanno raggiunto circa 700 missioni l’11 marzo”, hanno riferito le fonti, rilevando che si è di fronte a “una impennata senza precedenti” perché sono risultati pari a quasi sei volte rispetto al numero massimo registrato in un solo giorno durante le manovre della scorsa estate.

Negli Stati Uniti cresce la preoccupazione. Ieri il presidente Barack Obama ha detto che “il direttore dell’intelligence nazionale per la prima volta ha detto che la Corea del Nord e le sue armi nucleari pongono una seria minaccia per gli Usa. E noi ci siamo assicurati di aver preso misure difensive per prevenire ogni attacco contro il nostro territorio”.

Furto clamoroso: rubato ponte di 25 metri

Rubato un ponte in Turchia ANKARA, Turchia -- Quando ieri mattina sono usciti presto per andare a lavorare nei ...

Bufera di neve: turisti italiani bloccati 13 ore in autostrada

Turisti italiani bloccati su autostrada da bufera di neve BUDAPEST, Ungheria -- E' stata una notte decisamente difficile per 150 turisti italiani bloccati da ...