iscrizionenewslettergif
Bergamo

Azionisti Ubi, ecco i candidati: c’ è anche Jannone

Di Redazione8 marzo 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giorgio Jannone, presidente dell'Associazione azionisti Ubi

Giorgio Jannone, presidente dell’Associazione azionisti Ubi

BERGAMO — “Ho il piacere di comunicarVi che la lista dei nostri candidati al Consiglio di Sorveglianza per l’Assemblea del 20 Aprile è ormai definita. E’ stato un lavoro davvero complesso, che ha coinvolto per settimane la nostra struttura, che si è assunta l’onere non indifferente di raccogliere, selezionare e condividere, più di un centinaio di curriculum”. Sono le parole del presidente dell’Associazione azionisti Ubi Giorgio Jannone.

L’Associazione ha individuato le 23 persone che concorreranno. “Abbiamo quindi deciso di delineare la lista definitiva, mantenendo alcuni criteri imprescindibili quali comuni denominatori” spiega Jannone.

Ecco i candidati dell’Associazione azionisti Ubi e i loro curricula

“In primo luogo la non appartenenza pregressa ad organi amministrativi collegabili all’attuale governance di Gruppo, al fine di evidenziare la nostra volontà di rinnovamento; il rispetto delle normative vigenti in tema di caratteristiche professionali ed accademiche dei candidati; il rispetto dei requisiti previsti dalle normative vigenti in tema di onorabilità; la provenienza territoriale, equamente ripartita tra le provincie (Bergamo, Brescia, Cuneo, Milano, Varese, Roma) di maggiore penetrazione della Banca che, non a caso, coincidono con le sedi delle Associazioni dei Soci; la presenza femminile, che abbiamo garantito per quote superiori rispetto alle normative vigenti (un primato per le aziende quotate italiane che non mancheremo di fare notare alla stampa ed ai soci); la condivisione “dal basso” delle candidature e non la scelta imposta, “calata altezzosamente dall’alto”, come è avvenuto per i nostri competitor”.

“E poi la professionalità e l’esperienza accademica dei nostri candidati, che riflette i diversi ambiti economico-professionali di pertinenza della Banca, così come indicato nel recentissimo documento, datato 05 Marzo 2013, elaborato dal Consiglio di Sorveglianza pro tempore; la condivisione dei nostri obiettivi programmatici, obiettivi che rappresentano nel contempo un traguardo ed un impegno indissolubile nei confronti di tutti soci UBI; l’assenza di connotazioni politiche che possono essere riscontrate, e non rinnegate, nelle diverse e contrastanti esperienze dei candidati, ma che non possono e non devono in alcun modo costituire argomento fondante delle linee programmatiche future”.

“Sono davvero orgoglioso del risultato raggiunto con un gruppo di lavoro costituito da migliaia di persone, rappresentate dai “magnifici 23”, indicati per puntare ad un cambiamento epocale che coinvolgerà tutta la nostra comunità e che trova fondamento nella qualità davvero eccezionale dei candidati” continua Jannone.

“Tra le nostre fila vanteremo quindi: 6 profili femminili, 8 con esperienza di docenza universitaria, 3 avvocati, 9 revisori contabili, 7 dottori commercialisti, moltissimi amministratori e sindaci di grandi aziende, con un’età media di 58 anni, tutti disposti a mettere a disposizione la propria notevole professionalità mediante la costituzione di un gruppo di lavoro davvero di ottima caratura”.

“Infine, alla domanda se la trasformazione in S.p.A. è per noi argomento in discussione, rispondiamo come segue: la trasformazione in S.p.A. non è presente nei nostri punti programmatici, che rappresentano un vincolo ineludibile nei confronti di tutti i soci. Come ho già avuto più volte occasione di affermare: “non è argomento all’ordine del giorno” né ora né in futuro. Tra i nostri candidati spiccano esponenti di primissimo piano legati al mondo delle cooperative, con in carichi di altissimo livello in seno a Confcooperative ed al mondo cattolico espressione del mondo del volontariato e delle cooperative medesime. La lettura dei curriculum allegati comproverà che qualsiasi ipotesi di trasformazione in S.p.A. non può essere compatibile con gli incarichi ricoperti e con l’esperienza di vita maturata da buona parte dei nostri candidati” conclude Jannone.

Fine settimana con l’ombrello a Bergamo e provincia

Fine settimana con la pioggia a Bergamo BERGAMO -- Sarà un fine settimana piovoso quello in arrivo sulla Bergamasca. Un flusso in ...

Blitz in un McDonald: catturato l’omicida del rumeno

La Questura di Bergamo BERGAMO -- Lo hanno catturato a Milano, in corso Lodi, dentro un McDonald. Gli agenti ...