iscrizionenewslettergif
Salute

L’Hiv compromette l’empatia

Di Redazione1 marzo 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un ricercatore in laboratorio

Un ricercatore in laboratorio

Il virus dell’Aids compromette la capacità delle persone che ne sono affette di riconoscere le emozioni sul volto degli altri, in particolar modo le espressioni che manifestano paura e felicità.

È il risultato di un lavoro pubblicato sulla rivista open access ‘BMC Psychology’, condotto da Eleonora Baldonero, dottoranda presso l’Istituto di Clinica delle malattie infettive dell’Università Cattolica di Roma, e coordinato da Maria Caterina Silveri, responsabile dell’Ambulatorio Clinica della Memoria – Unità Operativa Day Hospital Geriatria dell’Università Cattolica di Roma.

Si tratta di defaillance nel naturale sistema di riconoscimento delle emozioni altrui e che si accompagnano con altri problemi spesso lamentati dai sieropositivi, come deficit di memoria a breve termine e disturbi cognitivi.

Sindrome premestruale: un aiuto dal ferro

Sindrome premestruale Un buon apporto di ferro attraverso l'alimentazione permette alle donne di soffrire dal 30 al ...

Liposuzione intervento più praticato in Italia

Liposuzione E' la liposuzione, l'eliminazione del grasso in eccesso, l'intervento di chirurgia estetica più praticato nel ...