iscrizionenewslettergif
Poesie

“Sgomento” di Salvatore Pablo Romano

Di Redazione28 febbraio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Pensiero sgomento
creatura insonne
accarezza l’aria
dei concitati sogni
e ora che sfiori quegli occhi
ti prego…perdura
voglio che affiori
tremante il bacio
per il suo sorriso
e se mi perdo
nel mio non essere
o nel forse esistere
concedile l’eternita’
del non dolore
e del mai soffrire
crepuscolare occasione la mia
per non morire
e far si che duri
una notte dolce
quanto lei che “vivo”…

“Nella strada” di Pietro Bruno

Nella strada lontanissima lì proprio sotto casa passi quando la scuola è finita. Da dietro i vetri alito sulla memoria e non ...

“La melanconia” di Ippolito Pindemonte

Fonti e colline chiesi agli Dei: m'udiro alfine, pago io vivrò. Né mai quel fonte ...