iscrizionenewslettergif
Politica

Pd-Pdl: primi abboccamenti per un nuovo governo

Di Redazione26 febbraio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Berlusconi e Bersani

Berlusconi e Bersani

ROMA — Evitare di tornare al voto. Questa sembra essere la prima convergenza tra il centrosinistra e il centrodestra all’indomani del risultato delle elezioni parlamentari.

Secondo Enrico Letta il “ritorno al voto non pare la strada da seguire”.

Sulle stesse posizioni anche Silvio Berlusconi che questa mattina, intervenendo telefonicamente ad una trasmissione televisiva, si è espresso nello stesso senso affermando che il ritorno al voto “non sia utile in questa situazione”, aggiungendo “credo che l’Italia non possa non essere governata”.

Dal canto loro, il Pd e Sinistra e Libertà iniziano le proprie riflessioni sul futuro del Paese. Bersani, commentando l’esito delle elezioni ha dichiarato che “Il centrosinistra ha vinto alla Camera e per numero di voti anche al Senato. E’ evidente a tutti che si apre una situazione delicatissima per il paese. Gestiremo le responsabilità che queste elezioni ci hanno dato nell’interesse dell’Italia”, mentre Vendola, su Twitter ha già messo le mani avanti “non basteranno alleanze posticce”.

E del resto alleanze posticce sono difficili da intravvedere per una soluzione stabile che consenta di garantire al Paese di dotarsi di un governo stabile in grado di gestire le scelte economiche e la crisi da un lato e di affrontare le richieste di rinnovamento e di cambiamento che sono uscite dalle urne, di cui la vittoria di Grillo è espressione diretta.

Carlo Scotti-Foglieni

Camera: i dati definitivi e gli eletti in Bergamasca

Montecitorio, sede della Camera dei deputati ROMA -- Ecco di dati definitivi, a scrutinio terminato, per la composizione della nuova Camera ...

Jannone (Pdl): soddisfatti del risultato

Giorgio Jannone e Gregorio Fontana BERGAMO -- "Risultati per noi molto soddisfacenti. Aveva ragione il nostro leader che lo scarto ...