iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Bersani apre al Movimento 5 Stelle

Di Alessandra Raimondi26 febbraio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Pierluigi Bersani

Pierluigi Bersani

ROMA — Bersani è certo: il Pd non ha vinto. La grande delusione sta proprio lì: essere arrivati primi, seppur di poco, e non aver vinto.

Ora il rischio è l’ingovernabilità. Perché il quadro politico è molto, molto più complesso e difficilmente gestibile di quanto lo sia stato in passato.

Al centrosinistra va il premio di maggioranza a Montecitorio con uno scarto dello 0,36 per cento sul centrodestra. In tutto 340 i seggi conquistati su 617, mentre il centrodestra ne ha 124, il Movimento 5 stelle 108, la coalizione di Monti 45.

A Palazzo Madama nessuna coalizione ha i 158 seggi per governare da sola. E il dato non comprende Trentino, Val d’Aosta, Estero: 116 seggi vanno al centrodestra, 113 al centrosinistra, 54 a Grillo, 18 a Monti.

Unico punto fermo è il boom di Beppe Grillo con il suo Movimento 5 stelle. A questo proposito Bersani sembra aprire uno spiraglio di dialogo: “Su questioni istituzionali siamo favorevoli a corresponsabilità, tra l’altro il M5S è il primo partito alla Camera, allora secondo i grandi modelli democratici ciascuno si prende le sue responsabilità…” ha affermato il leader del Pd.

Evidente inoltre, secondo Bersani, anche la necessità di una riforma elettorale che garantisca in casi del genere la governabilità.

Formigoni: sarebbe folle andare a rivotare

Roberto Formigoni MILANO -- "Ci aspettiamo che la Lega rispetti fino in fondo i patti. Noi del ...

Elezioni Regionali: ultimo aggiornamento

Roberto Maroni BERGAMO -- Ecco gli ultimi aggiornamenti delle Regionali in Lombardia. Sono le 21 e lo ...