iscrizionenewslettergif
Bergamo

I saldi non bastano: gennaio nero per il commercio

Di Alessandra Raimondi22 febbraio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Si spende solo per i beni di prima necessità

Si spende solo per i beni di prima necessità

BERGAMO — Consumi ancora bassi a gennaio nonostante il mese dei saldi. Secondo il barometro di Nielsen elaborato per Confimprese Lab il settore del no food, rispetto al gennaio 2012, ha registrato un calo del 6,4 per cento.

Tra i settori che hanno subito i peggiori cali risulta al primo posto quello dell’abbigliamento con un -10,8 per cento; a seguire gli articoli casalinghi con -10,4 e al terzo posto gli elettrodomestici con -10.

Completamente in controtendenza il settore del cibo dove il freschissimo ha registrato una crescita del 2,2 per cento. Il dato potrebbe però essere causato anche dal fatto che quest’anno, nella prima settimana di gennaio, rientrava anche il 31 dicembre.

Chi soffre di più sono i piccoli negozi. Il presidente di Confimprese Mario Resca fa notare come in tempo di crisi la gente spenda comunque per i beni di prima necessità ma tenda sempre a risparmiare su tutto il resto.

La difficile situazione economica e la crisi dell’Euro zona sono fattori importanti che spingono i consumatori a prestare molta più attenzione alla spesa. Una soluzione possibile per la ripresa, secondo Resca, è la ricerca di soluzioni innovative e assortimenti più vasti senza dimenticare di puntare molto anche sul rapporto qualità-prezzo.

Bergamo, nevica senza tregua dalle 7.30

Continua a nevicare a Bergamo BERGAMO -- Nevica ininterrottamente da questa mattina sulla Bergamasca. I fiocchi bianchi, piuttosto consistenti, cadono ...

Corre nudo lungo la A4: rumeno travolto e ucciso

Rumeno corre nudo in autostrada: travolto e ucciso BERGAMO -- Un rumeno di 28 anni è morto travolto da un'auto questa notte sull'autostrada ...