iscrizionenewslettergif
Politica

Berlusconi contro Sanremo: pare la festa dell’Unità

Di Redazione12 febbraio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

ROMA — E’ il festival di Sanremo, che “rischia di trasformarsi in una festa dell’Unità”, il nuovo obiettivo delle critiche di Silvio Berlusconi.

“Io penso che la decisione della Rai sia sbagliata perché non ci voleva niente a spostarlo di due settimane – ha detto il Cavaliere -. Se il festival di Sanremo diventa la festa dell’Unità credo che il 50 per cento degli italiani non pagheràil canone”.

“Io non vorrei che Festival di Sanremo diventasse il festival dell’Unità, sentendo quello che programmano alcuni protagonisti. Già abbiamo una legge disgraziata che è la legge sulla par condicio”, ha aggiunto Berlusconi.

Il leader Pdl ribadisce la convinzione che la kermesse dovesse essere rinviata: “Abbiamo difficoltà a comunicare in campagna elettorale a causa della par condicio. E il Festival della canzone italiana diminuisce la possibilità a dieci giorni dal voto di comunicare con gli italiani”.

Poi scherzano aggiunge: “Se Fazio mi invita a Sanremo? Io andrei assolutamente subito. Potrei anche presentare una mia canzone e cantarla”.

A stretto giro la risposta della Littizzetto: “”Bisogna vedere cosa succede: potrebbe andare Berlusconi a fare il Papa. Bisogna vedere se sta bene vestito di bianco. Propongo anche Fabio Fazio come camerlengo”.

Bergamo, Casini mercoledì al Centro congressi

Pierferdinando Casini BERGAMO -- E' stata resa nota la data dell'appuntamento in città con uno dei big ...

Gabriele Albertini sabato a Treviglio e Bergamo

Gabriele Albertini e Patrizia Siliprandi TREVIGLIO - Il prossimo sabato 16 febbraio il candidato della lista Lombardia Civica Gabriele Albertini ...