iscrizionenewslettergif
Esteri

Boeing 787: un corto circuito all’origine del fuoco

Di Redazione8 febbraio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un Boeing 787 Dreamliner

Un Boeing 787 Dreamliner

WASHINGTON, Usa — Gli studi della Boeing non lo avevano previsto. Ma ci sarebbe un corto circuito all’origine dei guai alle batterie agli ioni di litio montate sugli aerei 787 Dreamliner del colosso di Seattle. A stabilirlo sono state le indagini della Ntsb, l’ente per la sicurezza dei voli americano.

Gli investigatori federali hanno rivelato che il fuoco a bordo di un Dreamliner a Boston il mese scorso è stato provocato da un corto circuito in una delle batterie agli ioni di litio a otto celle. Questo ha causato una cosiddetta “fuga termica”, in cui il corto circuito si diffonde rapidamente anche ad altre celle in una reazione chimica a catena incontrollata.

Il fuoco ha fatto superato alla batterie i 300°C, mandandole a fuoco.

Ieri la Federal Aviation Administratio ha dato il via libera alla Boeing per condurre voli di prova del 787 Dreamliner. Un Boeing 787 è decollato vuoto dal Texas diretto alla fabbrica della Boeing a Seattle, nello stato di Washington. Gli aerei erano stati bloccati tre settimane fa dopo che le batterie surriscaldate in almeno un caso avevano preso fuoco.

New York: allarme per la tempesta di neve in arrivo

New York in allarme per la tempesta di neve in arrivo NEW YORK, Usa -- Stato di allerta a New York per una tempesta che dovrebbe ...

Aereo da turismo cade dopo il decollo: morti tre bimbi

L'aeroporto di Charleroi BRUXELLES, Belgio -- Ha tentato di rientrare disperatamente all'aeroporto ma non ce l'ha fatta e ...