iscrizionenewslettergif
Economia

Rajoy accusato di tangenti e la Spagna sprofonda

Di Redazione1 febbraio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il premier Rajoy

Il premier Rajoy

MADRID, Spagna — Mentre gli indicatori dell’economia spagnola sono sempre più preoccupanti, con Madrid a un passo dal fallimento, il primo ministro Mariano Rajoy e il suo partito al governo in Spagna, sono accusati di aver preso soldi sottoforma di tangenti da diverse aziende.

Lo rivela uno scoop del quotidiano El Pais che ha pubblicato alcune ricevute che attestano donazioni da aziende – in particolare costruttori – e pagamenti irregolari a Rajoy e altri partiti politici.

Il Partito Popolare nega  qualsiasi coinvolgimento, adducendo che le ricevute pubblicate -non sono riconducibili al partito. Quelle a Rajoy, non fra le più alte, appaiono dal 1997, spiega El Pais, “son sempre le stesse somme per un totale di 25.200 euro all’anno” si legge in una nota. In pratica, scrive il giornale, si tratterebbe di “donazioni fatte da diversi imprenditori, soprattutto del settore costruzioni”.

Secondo il quotidiano si tratta di documenti relativi alla contabilità degli ultimi 20 anni tenuta da due ex tesorieri del partito. I Popolari negano qualsiasi “sistematico pagamento a favore di alcuni esponenti del partito che non si riferisse ad altro che ai loro stipendi mensili”.

“Dopo le notizie pubblicate oggi da El Pais – afferma il PP in un comunicato – il Partito Popolare conferma che le remunerazioni dei principali esponenti del partito e dei suoi dipendenti ha sempre rispettato gli obblighi di legge e fiscali». Secondo El Pais, le immagini pubblicate oggi si riferiscono ai libri contabili redatti dagli ex tesorieri Luis Barcenas e Alvaro Lapuerta tra il 1990 e il 2009.

Borsa in picchiata: Piazza Affari perde il 3,3 per cento

Seduta decisamente negativa in Borsa MILANO -- Seduta decisamente al ribasso per Piazza Affari.  L'indice Ftse Mib ha chiuso in ...

I timori per le elezioni affondano la Borsa. Risale lo spread

Giornata nera ieri in Borsa. Piazza Affari perde il 4,5 per cento MILANO -- I timori dell'instabilità politica e di iniziative estemporanee in campo economico affondano la ...