iscrizionenewslettergif
Bergamo

Dramma nel dramma: la ragazza aggredita ha perso il bambino

Di Redazione28 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il parcheggio in cui è avvenuta la violenza

Il parcheggio in cui è avvenuta la violenza

BERGAMO — Un dramma nel dramma. La ragazza bergamasca di 24 anni aggredita due settimane fa a Santa Caterina, incinta del suo fidanzato, ha perso il bambino. Ne ha dato il triste annuncio la madre, dopo che le tv nazionali avevano, secondo i genitori, minimizzato il caso.

La ragazza, originaria di Verdellino, nella notte fra il 3 e 4 gennaio, è stata raggiunta in un parcheggio di via Alberico da Rosciate e ha subito una violenza sessuale. Per quell’episodio, nei giorni successivi è stato bloccato e arrestato, Vilson Ramaj, un 32enne di origine kosovara, sposato e con due figli, ora agli arresti domiciliari.

Dopo la violenza la ragazza aveva scoperto di essere incinta. Aspettava un bimbo da poche settimane, dal fidanzato. La ragazza voleva tenerlo come se quel piccolo in grembo le portasse un angolo di serenità in cui fuggire dalle conseguenze, incancellabili, di quella violenza. Uno stress psicologico difficilmente sopportabile.

E invece, purtroppo, la gravidanza ha avuto un suo tragico epilogo. A causa di una emorragia, la giovane è stata ricoverata in ospedale e ha perso il bambino.

Piazzale Oberdan: lunedì via ai lavori

Piazzale Oberdan BERGAMO -- Cominceranno lunedì 28 gennaio alle 14 i lavori in Piazzale Oberdan. L'intervento riguarderà ...

Cade dal decimo piano: bergamasco muore in Brasile

Brasilia BERGAMO -- E' previsto per mercoledì il ritorno in Italia della salma Nicola Fumagalli, il ...