iscrizionenewslettergif
Politica

Pdl Bergamo, candidature: chi sale e chi scende

Di Redazione18 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Marco Pagnoncelli e Gregorio Fontana

Marco Pagnoncelli e Gregorio Fontana

BERGAMO — Sono ore decisive per le candidature del Pdl alle prossime elezioni di febbraio. Mentre si rafforzano alcune posizioni su Camera e Senato, spuntano i nomi di altri esponenti di primo piano del partito che non disdegnerebbero una corsa al Pirellone.

In campo nazionale, data per certa la presenza di Gregorio Fontana, nelle ultime ore sono salite le quotazioni di Marco Pagnoncelli, papabile candidato al Senato. Nel termometro del “chi sale e chi scende”, sono stabili invece le possibilità di Enrico Piccinelli. Il leader dei laici è ancora in corsa sia per il senato sia per la camera. La partita, come sempre, si gioca su due tavoli: quello regionale e quello nazionale. Non è un mistero che il coordinatore lombardo Mario Mantovani spinga per Pagnoncelli. Mentre Piccinelli ha il favore della Gelmini. L’ultima parola spetterà a Roma.

Sul versante delle Regionali, i due nomi più accreditati al momento restano quelli di Alessandro Sorte e del segretario provinciale Angelo Capelli. Della partita dovrebbe essere anche l’ex segretario provinciale di Forza Italia Gianantonio Arnoldi, a cui sarebbe riservato un posto in quota Pid.

Sugli altri nomi circolano indiscrezioni tutte da confermare. Una parte del gruppo ciellino non disdegnerebbe una seconda candidatura, magari affidata a Flavio Bizzoni. Mentre è durata il tempo di un soffio l’ipotesi di una corsa del vicesegretario provinciale Basilio Mangano.

Ancora incerta invece la candidatura di Matteo Oriani. Il consigliere provinciale sta valutando il reale sostegno sul suo nome da parte di alcuni gruppi laici. Ma la sua discesa in campo pare oggettivamente difficile.

Monti domenica al Kilometro Rosso di Bergamo

Mario Monti BERGAMO -- Cambio di programma per Mario Monti e la sua visita a Bergamo. Il ...

Quote latte, il pm di Milano: la Lega non c’entra

Roberto Maroni MILANO -- "Nell'inchiesta sulle quote latte non ci sono politici indagati per corruzione. L'indagine per ...