iscrizionenewslettergif
Politica

Oriani (Pdl) al procuratore: non alzare bandiera bianca

Di Alessandra Raimondi16 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Matteo Oriani

Matteo Oriani

BERGAMO — Continuano le risposte dal mondo politico alle dichiarazioni del procuratore di Bergamo Francesco Dettori. Nonostante Dettori abbia affermato che a Bergamo non c’è nessun allarme criminalità, il procuratore ha suggerito alle donne di non uscire mai da sole la sera. Ecco il pensiero di Matteo Oriani (Pdl) circa la posizione assunta da Dettori.

“La dichiarazione rilasciata alla stampa dal Procuratore di Bergamo Francesco Dettori («Lo dico con tutto il rammarico, ma sarebbe bene che di sera [le donne] non uscissero da sole») mi lascia esterrefatto. Compito di chi si occupa della gestione pubblica non è arrendersi alla criminalità ma fornire maggiore sicurezza ai cittadini.Se le donne fossero costrette a girare “scortate” sarebbe un fallimento per qualsiasi servitore dello Stato, che sia un politico o un magistrato” spiega Oriani.

Il consigliere provinciale del Popolo della Libertà, insiste sulla necessità di investire sulla sicurezza a Bergamo: “La frase di Dettori ha il sapore di una vera e propria resa delle istituzioni. Ma non è alzando bandiera bianca che si impedirà ai criminali di colpire, anzi – afferma – é necessario reagire con forza e migliorare la sicurezza: con più forze dell’ordine a Bergamo, con maggiori controlli, con pene più severe e certe per chi compie reati”.

Nello scorso novembre Oriani aveva presentato in Via Tasso un ordine del giorno chiedendo al Governo (dopo l’allarme sulle carenze di personale) maggiori risorse per le Forze dell’Ordine del nostro territorio, escludendo gli investimenti per la sicurezza dai tagli.

L’ordine del giorno era stato approvato da tutti i consiglieri, che avevano anche stabilito di inviare una lettera al Governo su questo tema: “In questi giorni non si fa che parlare di toto-poltrone in vista delle elezioni – dice Oriani – Il tema sicurezza mi sembra sia finito un po’ nell’angolo. Quale fra i tanti aspiranti al Parlamento si farà portatore delle esigenze di sicurezza dei bergamaschi? Chi fra loro sottoporrà senza compromessi di parte all’attenzione del prossimo Governo la situazione di grave carenza in cui si trova la nostra Provincia, che ha il primato di ultima in Italia per rapporto fra cittadini e numero di rappresentanti delle forze di polizia?”.

Gallone (Fdi): il coprifuoco non è la soluzione

Alessandra Gallone BERGAMO -- "Sono davvero esterrefatta. Pensavo che il coprifuoco fosse riservato agli scenari di guerra. ...

Pdl Bergamo, Capelli verso la candidatura. Maretta nei laici

Angelo Capelli BERGAMO -- Sono ore concitate dentro il Pdl di Bergamo alla ricerca della quadratura del ...