iscrizionenewslettergif
Economia

Fiat: forti preoccupazioni per gli stabilimenti

Di Redazione16 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'amministratore delegato di Fiat Sergio Marchionne

L’amministratore delegato di Fiat Sergio Marchionne

POTENZA — La Fiat ha richiesto per lo stabilimento di Melfi (Potenza) la cassa integrazione straordinaria per ristrutturazione aziendale dal prossimo 11 febbraio al 31 dicembre 2014. Lo dichiara la Fiom-Cgil, che esprime “forte preoccupazione perché ad oggi ancora non si conoscono i dettagli degli investimenti per lo stabilimento”.

La produzione della “Punto” nello stabilimento di Melfi  della Fiat continuerà anche nei prossimi mesi, dopo l’avvio della cassa integrazione straordinaria per la ristrutturazione in vista della realizzazione dei nuovi modelli di auto. Nello stabilimento lucano del gruppo torinese vi sono due linee di produzione.

Gli interventi programmati dall’azienda interesseranno a turno solo una delle due linee: sull’altra lavoreranno a rotazione gli operai, per continuare a produrre la “Punto” e soddisfare così le richieste del mercato. In tal modo al periodo quasi biennale di cassa integrazione straordinaria saranno interessati a turno tutti i lavoratori.

Tasse, rincari e balzelli: come risparmiare nel 2013

Come risparmiare nel 2013BERGAMO -- L'inizio del 2013 ha registrato una serie di aumenti dei prezzi e delle ...

Tares: la prima rata slitta a luglio. Ma che stangata

Tares, che stangata BERGAMO -- Slitta a luglio il pagamento della prima rata della Tares, la nuova tasse ...