iscrizionenewslettergif
Esteri

Motore in fiamme: Boeing con turisti italiani atterra a Cuba

Di Redazione14 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un Boeing 767 della Blue Panorama

Un Boeing 767 della Blue Panorama

L’AVANA, Cuba — Sono stati momenti di terrore quelli vissuti dai passeggeri di un aereo della Blue Panorama. Il velivolo, partito da Cayo Largo sabato pomeriggio per rientrare in Italia, è stato costretto a un atterraggio nell’isola caraibica di Cuba.

A bordo c’erano numerosi turisti italiani diretti all’aeroporto di Malpensa, a Milano. A costringere il pilota al rientro è stata l’avaria ad un motore. Molta paura a bordo ma per fortuna tutti i passeggeri sono rimasti illesi.

Secondo quanto raccontato da un professionista di Massa che era sul Boeing 767, l’aereo avrebbe accusato un principio d’incendio a un motore subito dopo il decollo. Da qui l’atterraggio a L’Avana.

“Il volo BV1618, con a bordo 239 passeggeri – precisa la compagnia aerea Blue Panorama – era partito alle 23:25 ora italiana del 12 gennaio da Cayo Largo per Milano Malpensa, dopo 10 minuti dal decollo è stato interessato da un’avaria al motore di sinistra, che ha indotto i piloti in via precauzionale ad atterrare presso lo scalo più prossimo, l’aeroporto internazionale Josè Martì de L’Avana”.

Come previsto dalla regolamentazione in simili circostanze è stato dichiarato lo stato di allerta. L’atterraggio è avvenuto senza problemi dopo circa 50 minuti di volo, tanto che l’aeroporto, non rilevandone la necessità, non ha ritenuto opportuno di attivare le procedure di emergenza.

“Durante tutto il tempo – rende noto la compagnia – i piloti e gli assistenti di volo hanno costantemente informato e rassicurato i passeggeri circa l’evento in corso, trasmettendo loro tranquillità che è prevalsa a bordo. Blue Panorama Airlines tiene a sottolineare che un’avaria del genere è compresa nelle manovre che ogni pilota compie con successo ogni 6 mesi nei simulatori di volo”.

“Pertanto nessuna ‘tragedia evitata’, si è verificata piuttosto una evenienza prevista statisticamente nel mondo ogni giorno si verificano 2 eventi simili – che è stata condotta come da manuale”.

“Al momento non ci sono ancora riscontri sulle cause dell’evento probabilmente determinato da ingestione di volatili, l’avvistamento di fiamme allo scarico è il segnale che denota infatti la combustione di residui, con relativa percezione dell’odore caratteristico all’interno del velivolo. Non vi è stata la propagazione di alcun fuoco in cabina” continua la compagnia.

Blue Panorama Airlines, si legge sempre in una nota stampa, “è intervenuta immediatamente per garantire ai passeggeri la massima assistenza, accogliendoli a terra tramite il proprio corrispondente in loco e provvedendo alla loro sistemazione in hotel. La compagnia ha già provveduto alla riprotezione dei propri passeggeri riprogrammandone la partenza nelle giornate di oggi 14 gennaio e domani 15 gennaio 2013 su tre diversi voli della compagnia”.

“Nel ribadire che quanto verificatosi è dipeso da contingenze incontrollabili e del tutto indipendenti dalla propria volontà, Blue Panorama Airlines esprime il proprio dispiacere per l’accaduto a passeggeri e tour operator clienti, e si augura che il proprio tempestivo intervento sia stato apprezzato e che quanto occorso non abbia modificato la loro preferenza” conclude la compagnia.

Usa, allarme influenza: morti 20 bambini

Allarme influenza negli Usa NEW YORK, Usa -- Sono forti le preoccupazioni delle autorità sanitarie per l'epidemia di influenza ...

L’ex presidente Bush dimesso dall’ospedale

George Bush Senior HOUSTON, Usa -- Dopo una lunga degenza a causa delle complicanze di una bronchite, l'ex ...