iscrizionenewslettergif
banner-per-bergamoseragif
Bergamo

Stupratore: Santa Caterina sotto choc dopo una notte di tensione

Di Redazione12 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Stupratore: Santa Caterina sotto choc dopo una notte di tensione

Stupratore: Santa Caterina sotto choc dopo una notte di tensione

BERGAMO — E’ stata una notte di tensione in Santa Caterina e questa mattina non c’è luogo del quartiere in cui non si parli del caso del presunto stupratore fermato ieri in Via Alberico Da Rosciate e successivamente posto agli arresti domiciliari.

V.R., kosovaro di 32 anni, si trova blindato nella propria abitazione in Borgo Santa Caterina come richiesto dal pm Gianluigi Dettori e dal gip Patrizia Ingrascì.

Ieri sera intorno alle 23 una folla di circa 200 persone si è radunata sotto casa del presunto stupratore lanciando fumogeni e bottiglie. Per riportare la tranquillità nel Borgo, è stato necessario l’intervento di polizia e carabinieri. Nella notte via Borgo Santa Caterina è stata chiusa al traffico.

Questa mattina ripetute pattuglie della Polizia hanno effettuato passaggi di controllo per verificare l’ordine pubblico. Ma la tensione resta alta in quartiere. Nei bar, nei locali e negli esercizi pubblici non si parla d’altro. Le discussioni fra innocentisti e colpevolisti sono tese. Così come c’è sconcerto per l’assegnazione degli arresti domiciliari al presunto indiziato.

Secondo quanto detto alla stampa dal pm Dettori, la richiesta degli arresti domiciliari presso l’abitazione dell’uomo “salvaguarda le esigenze special-preventive” limitando le possibilità di movimento del kosovaro.

Bergamo, arrestato il presunto stupratore

Il parcheggino di via Alberico da Rosciate in cui è stato arrestato il presunto stupratore BERGAMO -- E' stato arrestato questo pomeriggio intorno alle 16.30 durante un blitz degli agenti ...

Stupratore: ipotesi spostamento. Nervi tesi in quartiere

Il drappo apparso ieri mattina in Santa Caterina BERGAMO -- Santa Caterina ha perso la sua innocenza. A togliergliela, forse definitivamente, è stato, ...