iscrizionenewslettergif
Politica

Gallone presenta a Bergamo il neonato “Fratelli d’Italia”

Di Redazione11 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Alessandra Gallone

Alessandra Gallone

BERGAMO — Se la grinta e la passione si trasformassero in voti avrebbero già vinto le elezioni. Alessandra Gallone e Viviana Beccalossi hanno presentato quest’oggi a Bergamo il nuovo partito di riferimento della destra italiana: Fratelli d’Italia, centrodestra nazionale.

Il movimento punta a rinverdire i fasti della vecchia Alleanza Nazionale, senza ovviamente Gianfranco Fini approdato in altri lidi. “Ripartiamo da zero – ha detto la senatrice Gallone – con quella la passione e con la voglia di confrontarci con la gente che era venuta meno in questi anni di fusione fredda con il Pdl”.

Meno palazzo e più territorio, è la sfida, par di capire. Con un partito tutto nuovo. Nuovo il simbolo a dire il vero evoca quella di An. Nuovo anche il nome, abbastanza discutibile e peraltro rivendicato anche dal Movimento Fratelli d’Italia nato nel 2004, che rimanda a uno dei cardini del pensiero di destra: patria e amore per il paese. “Abbiamo scelto questo nome perché inclusivo – ha sottolineato Gallone -. Qui dentro ci sono tutte le persone che amano l’Italia, che amano il proprio Paese, che amano il proprio territorio”.

Un partito di “liberi, onesti e forti” che fa riferimento a livello nazionale a Guido Crosetto, Ignazio La Russa e Giorgia Meloni. E non a caso a due donne di indubbia intraprendenza è stato affidato il compito di organizzare il partito sul territorio: Alessandra Gallone per Bergamo, Viviana Beccalossi per Brescia. Ovvero due rappresentanti (per quanto agguerrite) del gentil sesso per un movimento di destra nelle due province che più rappresentano il cuore produttivo del paese (insieme a Milano ovviamente).

Il movimento si rivolge agli elettori di centrodestra: imprenditori, categorie, associazioni, cittadini, donne, giovani, professionisti, insegnanti, giornalisti e sportivi, autostrasportatori e casalinghe, che non si ritrovano nelle ricette del governo Monti.

“C’e molta voglia di tornare alla buona politica – spiega Gallone -, lo abbiamo rilevato nelle tante persone che ci hanno contattato e che continuano a farlo. Ripartiamo dalle fondamenta. Dalla militanza: dall’attaccare i cartelli sui muri al contatto con la gente attraverso i gazebo. E’ così che secondo noi, in mezzo alla gente, si fa la vera politica”.

Guarda il video della presentazione

“Lanciamo un messaggio positivo: possiamo davvero cambiare le cose se ciascuno di noi si impegna partecipando attivamente alla politica, portando la sua esperienza sul territorio anche per costruire il nostro programma”.

Dieci gli obbiettivi principali che il movimento si prefigge: una nuova etica pubblica, aggredire gli sprechi e i privilegi, abbattere il debito pubblico e far crescere i punti di forza della nostra economia. E poi: un nuovo sistema del credito, la tutela della famiglia (intesa in senso tradizionale), far crescere il settore turistico italiano, riformare la giustizia, intervenire su immigrazione e integrazione, investire sull’innovazione tecnologica per rendere competitive scuole e università.

Quanto ai candidati: molti saranno scelti fra gli amministratori locali, altri arriveranno dalla società civile. Tutte le candidature saranno analizzate da una commissione etica che ne valuterà l’assoluta trasparenza e assenza di guai giudiziari di rilievo.

Berlusconi vince il duello tv con Santoro

Berlusconi esce vincente dal confronto tv con Santoro ROMA -- Più che a un approfondimento politico sembrava di essere al varietà. Sono prevalse ...

Pdl Bergamo: forte pressing su Piccinelli

Enrico Piccinelli BERGAMO -- Situazione in continua evoluzione dentro il Pdl di Bergamo in vista della decisione ...