iscrizionenewslettergif
Italia

Ragazzino litiga con i genitori e simula un rapimento

Di Redazione9 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ragazzino litiga con i genitori e simula rapimento

Ragazzino litiga con i genitori e simula rapimento

PRATO — Aveva litigato con i genitori e, così, ha visto bene di inscenare un finto un rapimento. Protagonista della vicenda, un ragazzino di 14 anni.

L’episodio è avvenuto a Prato. L’adolescente aveva litigato con i genitori e così, all’uscita della scuola, intorno alle 13, ha inviato un sms al padre in cui raccontava di essere rimasto vittima di un rapimento.

Nel messaggino c’era scritto: “Se vuoi rivedere tuo figlio devi dare 50mila euro”. Poi, il ragazzino ha gettato il cellulare in un fosso e si è incamminato lungo una strada parallela all’autostrada verso Firenze.

I genitori, allarmati, hanno chiamato i carabinieri. Subito sono partite le indagini. Attorno alle due della notte scorsa, stremato dalla stanchezza e dal freddo, il giovane ha chiesto aiuto. Davanti ai carabinieri che gli chiedevano conto di quel rapimento, però, la versione non ha retto. Il ragazzino ha confessato di essersi inventato tutto.

Giallo a Capri: donna trovata morta nel letto

Giallo a Capri: donna trovata morta nel suo letto CAPRI -- E' giallo sulla morte di una donna di 52 anni, Anna Francesca Scarpati. ...

Madre e bimba morte: chiesto ergastolo per ex primario

Chiesto l'ergastolo per Maurizio Iori CREMONA -- E' accusato di aver ucciso la compagna e la figlioletta di due anni. ...