iscrizionenewslettergif
Sport

L’Atalanta perde male: col Chievo finisce 0-1

Di Redazione7 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'allenatore dell'Atalanta Stefano Colantuono

L’allenatore dell’Atalanta Stefano Colantuono

BERGAMO — Una brutta Atalanta, peraltro rimaneggiata a causa delle molte assenze, perde in casa del Chievo per 0-1 cominciando nel peggiore dei modi il 2013. A decidere l’incontro un gol di Cofie verso la fine del primo tempo che gli uomini di Colantuono non sono più riusciti a recuperare.

L’Atalanta si è presentata in campo con una formazione pesantemente condizionata da infortuni e acciacchi. L’influenza costringe Cigarini in panchina. In attacco ci sono De Luca e Denis; a centrocampo Radovanovic e Biondini centrali con Raimondi e Bonaventura esterni. Al centro della difesa Ferri rimpiazza Manfredini mentre Brivio prende il posto di Peluso, ora alla Juve.

L’inizio di gara è equilibrato. Ma la folta trama di centrocampo creata dal Chievo mette in difficoltà i nerazzurri costretti per vie laterali. L’Atalanta ha due occasioni prima del gol dei veneti, con Raimondi e De Luca, ma non riesce a concretizzare.

Il Chievo passa in vantaggio a sorpresa, al 37esimo: Thereau sale a sinistra, salta Raimondi e crossa. Sul secondo palo arriva Cofie che al volo trafigge Consigli. Chievo in vantaggio.

Al 42esimo Colantuono deve fare a meno di Bellini infortunato. Entra Schelotto, ma allo scadere del primo tempo il Chievo sfiora il raddoppio: Thereau che porta a spasso la difesa bergamasca, entra in area e conclude. Consigli respinge e Stoian cerca la deviazione vincente, ma Ferri salva.

L’Atalanta reagisce e prima del riposo Schelotto batte a colpo sicuro: Dainelli salva sulla riga di porta.

Colantuono manda in campo Cigarini. L’Atalanta preme per un quarto d’ora. Si fa pericolosa, ma il Chievo non capitola. Corini arretra il baricentro del gioco veneto e infoltisce la difesa, passando a cinque. Per i nerazzurri si chiudono tutti gli spazi. L’unico tiro pericoloso arriva su calcio di punizione, al 36esimo: ci prova Cigarini, dalla fascia sinistra, ma Sorrentino devia in corner.

Poi più niente fino alla fine. E inutili sono i 5 minuti di recupero concessi dal direttore di gara.

Il Chievo vince a Bergamo e supera in classifica proprio l’Atalanta ferma a 22 e in crisi di risultati. Per questo la società nerazzurra ha deciso di andare sul mercato per trovare un rinforzo di centrocampo. Martedì arriverà l’esterno Luigi Giorgi dal Palermo. Il giocatore, di proprietà del Novara, dovrebbe vestire la maglia nerazzurra in prestito.

Inter ko a Udine: Stramaccioni contesta l’arbitro

Andrea Stramaccioni MILANO -- Se la prende con gli arbitri l'allenatore dell'Inter Andrea Stramaccioni. Dopo la sonora ...

Lionel Messi vince il suo quarto Pallone d’oro

Lionel Messi, Pallone d'oro 2012 ZURIGO, Svizzera -- Il fantasista argentino del Barcellona Lionel Messi ha vinto per il Pallone ...