iscrizionenewslettergif
Economia

Tasse: nel 2013 pagheremo 585 euro in più

Di Alessandra Raimondi4 gennaio 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le tasse cresceranno ancora nel 2013

Le tasse cresceranno ancora nel 2013

MILANO — Il 2013 porterà un aumento significativo delle tasse. Secondo la Cgia di Mestre quest’anno si pagheranno 14,7 miliardi di euro in più di imposte.

Una pressione fiscale che si aggira intorno al 45,1 per cento del Pil. Cifra considerevole ma di 0,2 punti percentuali inferiore rispetto alla previsione elaborata dal Governo nel Documento di economia e finanza dello scorso settembre.

La nuova tassa sui rifiuti, l’aumento dell’Iva a partire dal primo luglio, il balzello all’insù dell’Imu per i capannoni e gli incrementi dei contributi previdenziali degli autonomi e delle addizionali Irpef a livello locale, comporteranno un prelievo dalle tasche degli italiani 14,7 miliardi di tasse e contributi previdenziali in più rispetto allo scorso anno.

Secondo i dati della Cgia, l’aggravio medio per ogni famiglia italiana sarà di 585 euro.

La tendenza si invertirà solo a partire dal 2014. Per il momento solo il taglio alla spesa pubblica improduttiva e i buoni risultati che si spera di ottenere con le nuove imposte potranno alleggerire il peso fiscale delle famiglie e scongiurare l’aumento dell’Iva a luglio.

Spread sotto la “soglia Monti”: volano i titoli bancari

Chiusura molto positiva per la Borsa di MilanoMILANO -- Il differenziale fra i Bund tedeschi e i Btp italiani è sceso finalmente ...

Fisco, volano le entrate ma cala il gettito Iva

Volano le entrate fiscaliROMA -- Chiamatelo effetto Imu. Fatto sta che nel periodo gennaio-novembre 2012 le entrate tributarie ...