iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Autostrade: aumenti del 2,9 per cento ma non per tutte

Di Redazione30 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Aumenti del 2,9 per cento nei pedaggi autostradali

Aumenti del 2,9 per cento nei pedaggi autostradali

ROMA — Gli aumenti ci saranno, ma saranno più limitati e non per tutti i tratti autostradali. Lo ha deciso il governo precisando che 4 importanti autostrade saranno esentate dai rincari dei prezzi dei pedaggi.

Si tratta della Serenissima Torino-Venezia, della Tirrenica e di alcuni tratti autostradali in partenza da Brescia. Per questi nessun rincaro. Per gli altri tratti l’aumento dei pedaggi sarà comunque contenuto al 2,91 per cento del prezzo attuale.

Di tutt’altra entità i rincari che riguardano il famigerato Passante di Mestre e il raccordo della Valle D’Aosta. Per il primo gli automobilisti pagheranno il 13,5 per cento in più rispetto ai costi attuali.

Per le località turistiche valdostane, invece, l’aumento del pedaggio autostradale sarà addirittura del 14,4 per cento.

Inutile dire che la decisione del governo di mantenere bassi i prezzi medi, tenere identici i prezzi di 4 tratti autostradali e di consentire aumenti molto elevati sulle altre due infrastrutture citate sta suscitando un vespaio di polemiche. L’Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori (Aiscat) ha espresso preoccupazione per il metodo decisionale utilizzato del governo.

Femminicidio: le donne provocano. Bufera sul parroco

Don Piero Corsi LA SPEZIA -- "Nel volantino si leggono motivazioni inaccettabili che vanno contro il comune sentire ...

Ubriaco spara dalla finestra col fucile: 3 morti in Svizzera

Spara dalla finestra col fucile: 3 morti in Svizzera GINEVRA, Svizzera -- Le stragi con armi da fuoco non sono prerogativa solo degli Stati ...