iscrizionenewslettergif
Italia

Omicidio di Rozzano: fermato fratello della vittima

Di Redazione24 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
i carabinieri

I carabinieri

MILANO — L’avrebbe uccisa perché lo aveva pescato a rubare 500 euro dai cassetti di casa. Sarebbe questo il movente all’origine dell’omicidio della cinquantenne trovata morta, strangolata e con il cranio fracassato, in un condominio di Rozzano, alla periferia di Milano.

Per l’omicidio, avvenuto il 17 dicembre scorso, i carabinieri hanno eseguito il fermo del fratello della vittima, Mirko Boscani, 46 anni.

Secondo le prime informazioni l’uomo è stato fermato dai carabinieri nella notte non appena ottenuti gli esiti scientifici di alcuni rilievi eseguiti sulla scena dell’omicidio.

Secondo la prima ricostruzione dei fatti l’uomo, che viveva in Toscana, da qualche tempo era in condizioni economiche precarie e aveva raggiunto la sorella a Rozzano. L’omicidio sarebbe scaturito durante un tentativo di furto in casa scoperto dalla donna. L’anziana madre dei due, che si trovava in una stanza vicina, non avrebbe sentito nulla.

Il fratello, poco dopo l’omicidio, alle 10.30 del mattino aveva preso un treno per la Toscana per far scomparire le sue tracce. Ma i rilievi della scientifica lo hanno incastrato.

Nas nelle farmacie: ritirato farmaco contro l’epatite

I Nas in azione ROMA -- I Carabinieri del Nas si sono presentati nei depositi farmaceutici e nelle farmacie ...

Ex calciatore trova resti di una donna in riva al Po

Il Po in provincia di Pavia PAVIA -- Macabro ritrovamento questo pomeriggio sulla riva pavese del Po. Un ex calciatore del ...