iscrizionenewslettergif
Economia

Tassa rifiuti, arriva la Tares: aumenti di 80 euro

Di Redazione20 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Aumenta la tassa rifiuti

Aumenta la tassa rifiuti

ROMA — Non bastava l’Imu, ora arriva anche la Tares, la nuova tassa sui rifiuti che promette di spellare le già esanimi tasche degli italiani.

La Tares è un’invenzione del governo Berlusconi ed è finita nella Legge di stabilità al voto in parlamento. Prevede di andare a sostituire la vecchia tassa sui rifiuti. La nuova imposta sostituirà la Tarsu (tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) e la Tia (la tariffa di igiene ambientale).

Il risultato? Come al solito aumenti. Ottante euro in più all’anno, pari a un aumento secco del 37,5 per cento, dicono i sindacati, che si vanno ad aggiungere ai 225 euro sborsati questanno. In tutto, stima la Uil, 305 euro: in media più di quanto pagato per l’Imu sull’abitazione principale.

Secondo i calcoli della Uil, la tassa rifiuti, nelle varie denominazioni, è aumentata del 154 per cento in 6 anni.

L’imposta prevede che le tariffe del servizio rifiuti debbano coprire il 100 per cento dei costi del servizio con in più una sovrattassa che varia tra i 30 a i 40 centesimi al metro quadro. Vista la sete di risorse delle società di servizi e dei Comuni, non è difficile prevedere che molte amministrazioni ritoccheranno le imposte.

Galassi (Confapi Industria): la politica ci lasci lavorare

Il presidente di Confapi Industria Paolo Galassi BERGAMO -- Riceviamo e pubblichiamo questo intervento da parte del presidente di Confapi Industria Paolo ...

Crollo dei consumi per negozi e ipermercati

Crollo dei consumi MILANO -- Le vendite al dettaglio a ottobre registrano una caduta dell'1 per cento rispetto ...