iscrizionenewslettergif
Politica

Raimondi si difende. E fonda un nuovo gruppo in Regione

Di Redazione20 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Marcello Raimondi

Marcello Raimondi

BERGAMO — Il consigliere regionale del Pdl Marcello Raimondi è stato interrogato martedì dai magistrati di Milano che indagano sui rimborsi illeciti percepiti dalla Regione Lombardia. Rispondendo ai magistrati, Raimondi ha dichiarato la sua estraneità ai fatti che gli sono stati contestati.

I pubblici ministeri hanno chiesto conto delle spese effettuate da Raimondi tra il 2008 e il 2012, elencate nelle 37 pagine dell’invito a comparire notificato la settimana scorsa.

Il consigliere regionale ha precisato che le spese per le cene, i prodotti tecnologici e i soggiorni in hotel rientravano tutte nei rimborsi leciti che il Pirellone elargisce in base alla legge regionale e alle attività del suo mandato.

Passando al versante prettamente politico, invece, ieri Raimondi ha dato vita in consiglio regionale a “Lombardia Popolare”, insieme ai consiglieri Doriano Riparbelli e Angelo Giammario. L’obiettivo del nuovo gruppo, che si richiama al Partito popolare europeo, è “favorire l’unione di tutti i moderati sia in Lombardia che in Italia affinché l’alternativa alla sinistra possa essere vincente”.

Pdl chiede rinvio elezioni. Berlusconi: punto al 40 per cento

Silvio Berlusconi: punto al 40 per cento ROMA -- "Serve un rinvio del voto di una o due settimane altrimenti si può ...

Sola: l’addio di Piffari fa bene all’Italia dei valori

Gabriele Sola BERGAMO -- Dopo l'addio del segretario regionale e deputato Sergio Piffari, piuttosto polemico con Di ...