iscrizionenewslettergif
Bergamo Readers

Il vecchio ospedale rischia di diventare ricettacolo di sbandati

Di Redazione20 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'enorme area del vecchio ospedale

L’enorme area del vecchio ospedale

BERGAMO — E’ iniziato finalmente il tanto discusso, soprattutto per il periodo scelto, trasloco nel nuovo ospedale e, dalle notizie che trapelano, sembra che tutto proceda nei modi e nei tempi auspicati.

Sono contento per i medici, i paramedici ma, in primis, per i pazienti che sicuramente erano e sono coloro che meritano le maggiori attenzioni e immagino con quale apprensione abbiano atteso questo momento. Tutto procedendo secondo i piani, per Natale il trasferimento al Giovanni XXIII sarà completato e saremo tutti contenti.

Ma dopo? Mi riferisco al destino del (vecchio) ospedale. Sappiamo che le aste precedenti non hanno dato risultati e non è detto che la prossima, che parte da una base di circa 70 milioni di euro, veda finalmente assegnata l’area occupata dai Riuniti.

Il timore di chi, come me, abita nelle zone adiacenti a Largo Barozzi è che, in mancanza di un progetto concreto, le grandi aree aperte, i palazzi con tantissimi vani e anche i sotterranei diventino terra di nessuno. E si sa, al giorno d’oggi, che fine fa la terra di nessuno.

Questi enormi spazi, nella latitanza di una destinazione certa, non dovranno trasformarsi in ricettacolo di senza fissa dimora, balordi o tossicodipendenti. A parte la meschina fine che farebbe uno dei luoghi che, in ogni città, merita maggior rispetto, per l’ attività che vi si svolge e che vi si è svolta: riflessione di puro (non falso) moralismo, in quanto io ci ho lavorato per tanti anni, si impone anche un problema di sicurezza e sfido chiunque abita da queste parti a dichiarare che non ha mai pensato a questo rischio.

Non ho la presunzione di erigermi a portavoce ma sono convinto che in tanti nutrano questo timore e mi piacerebbe che in molti facessero sentire la propria voce, se sono convinti della bontà di quello che affermo : l’unione fa la forza.

Per concludere, auspico che venga attuata una stretta sorveglianza magari sacrificando il lavoro di elevare multe alle auto in divieto di sosta , anche quando non creano alcun ostacolo alla circolazione, a favore di rigorosi controlli nella zona del vecchio ospedale. Il Comune diventerà meno ricco ma la città sarà più tranquilla.

Giorgio Giannitti

 

La7 taglia il programma di Cristina Parodi

Cristina Parodi BERGAMO -- "Cristina Parodi Live" non è stato confermato per il 2013. Il programma della ...

Nuovo ospedale: concluso il trasferimento dei malati

Le ambulanze impegnate nel trasferimento BERGAMO -- Si è concluso ieri intorno alle 14, il trasferimento dei pazienti da Largo ...