iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Tangenti: nuova bufera sulla sanità lombarda

Di Redazione18 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Palazzo Lombardia

Palazzo Lombardia

MILANO — Il direttore generale Sanità delle Regione Lombardia Carlo Lucchina e il presidente della Commissione Sanità del Senato, Antonio Tomassini (Pdl), sono indagati nell’ambito delle convenzioni concesse dal Pirellone ad alcune strutture sanitarie private.

A Tomassini, secondo quanto si apprende da fonti qualificate, è stato inviato un avviso di garanzia. Sono in corso da parte dei finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria di Varese, su delega della Procura della Repubblica, una serie di perquisizioni domiciliari in abitazioni e uffici delle sedi di alcune cliniche convenzionate in provincia di Varese ed acquisizioni di documentazione presso l’assessorato alla sanità.

Si ipotizzano i reati di corruzione e concussione, commessi da imprenditori che gestiscono case di cura a Varese e provincia, finalizzati all’ottenimento di convenzioni con la Regione Lombardia per l’attivita’ sanitaria.

La Guardia di finanza ha effettuato questa mattina una serie di perquisizioni nell’abitazione e negli uffici di Milano. I reati ipotizzati nei confronti dei diversi indagati sono, a vario titolo, concussione e corruzione.

Le indagini scaturiscono, spiega la Guardia di Finanza, da inchieste già in corso per i reati di bancarotta fraudolenta continuata, falso, truffa ai danni dello Stato, che vedono al centro un gruppo di aziende, operanti nel settore della sanità, alberghiero ed immobiliare che avevano compiuto operazioni societarie e finanziarie concatenate per sottrarsi ai debiti nei confronti di terzi.

Giallo a Milano: 50enne assassinata in casa

I carabinieri in azione MILANO -- Giallo a Milano per il ritrovamento del cadavere di una donna, Loredana Boscaini, ...

Epidurale rimborsata dal Sistema sanitario nazionale

L'epidurale ROMA -- L'anestesia epidurale, effettuata generalmente durante il parto. Nonché 110 nuove malattie rare e ...