iscrizionenewslettergif
Italia

Abusi su una suora: Padre Fedele condannato in appello

Di Redazione18 dicembre 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Padre Fedele condannato in appello

Padre Fedele condannato in appello

CATANZARO — E’ stata confermata anche in secondo grado la condanna per Padre Fedele Bisceglia, colpevole di violenza sessuale su una suora. Lo hanno stabilito i giudici della Corte d’appello di Catanzaro che dopo tre ore di camera di consiglio.

La condanna è dunque la stessa inferta in primo grado: nove anni e tre mesi di reclusione. Stessa decisione per il suo segretario, Antonio Gaudio, che si è visto confermare sei anni e tre mesi.

Alla lettura della sentenza il vulcanico Padre Fedele non ha fatto una piega. Poi, una volta uscito dall’aula, ha detto: “Sono un sacerdote di Gesù Cristo, hanno condannato lui e non potevano condannare me?”.

L’ex frate francescano, sospeso a divinis e allontanato dall’ordine dei frati cappuccini, ha avuto comunque parole dure nei confronti di chi lo accusa: “E’ stata scritta una pagina dolorosa dalla magistratura e dalla Chiesa cosentina. Le persone che mi hanno condannato devono stare molto attente con Gesù Cristo. E la suora, in particolare, non può morire con questo macigno nel cuore e le altre suore, che con uno squallore squallido erano presenti qui oggi, non so che Natale vivranno”.

“Io, comunque, perdono tutti. Sono un sacerdote di Cristo e questo peccato non l’ho neanche pensato. Lo sappia la corte di Catanzaro. Ha fatto una grande ingiustizia. Debbono rendere conto anche loro a Dio” ha concluso Padre Fedele.

Palermo, crollano due palazzine: morti e feriti

Le palazzine crollate a Palermo PALERMO -- "Da un anno avevano costruito un quarto piano e la casa si era ...

Maltrattamenti a disabili: 7 infermieri arrestati

I carabinieri in azione CHIAVARI -- Sette infermieri di una casa di riposo della Valfontanabuona, entroterra di Chiarvari sono ...